Domenica, 17 Ottobre 2021

Prima condanna in Italia contro i no vax per procurato allarme

A Modena erano stati esposti cartelloni pubblicitari sei metri per tre con dati attribuiti all'Aifa ma non corretti. La condanna emessa dal gip è la prima in Italia

Quattrocento euro di multa per aver esposto cartelloni con notizie false sui vaccini. Lo ha stabilito il gip di Modena nei confronti di Magda Piacentini, la donna che commissionò l'affissione di una serie di manifesti sei metri per tre lo scorso febbraio con la scritta: "Non speculate sui bambini, vogliamo la verità sui vaccini: 21.658 danneggiati nel triennio 2014-16 secondo i dati Aifa". Lo scrive Giuseppe Baldassarro sull'edizione bolognese di Repubblica. Si tratta della prima condanna in Italia. 

Manifesti no-vax a Modena, ma c'è un errore nel testo: esplode la polemica

I dati attribuiti all'Agenzia Italiana del Farmaco e riportati dalle associazioni "Riprendiamoci il pianeta-Movimento di resistenza umana" e "Genitori del No Emilia Romagna" non erano corretti. Quei numeri infatti si riferivano al totale delle segnalazioni sospette e non a quelllo dei bambini che avevano subito danni, come ammisero in seguito anche gli stessi No Vax su Facebook. 

Fonte: Repubblica Bologna →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima condanna in Italia contro i no vax per procurato allarme

Today è in caricamento