Martedì, 28 Settembre 2021

Sei suicidi e dieci infarti: la condanna del primo ministro fa 16 vittime

Jayaram Jayalalithaa, la primo ministro dello stato indiano del Tamil Nadu, è stato condannata a quattro anni di carcere per corruzione. La notizia ha causato sei suicidi e 16 infarti

Jayaram Jayalalithaa, la primo ministro dello stato indiano del Tamil Nadu, è stata condannata a quattro anni di carcere per corruzione. Non una tragedia, spesso succede che leader politici siano protagonisiti di scandali. Ma questa volta la notizia non è stata presa bene dai suoi sostenitori.
La condanna del leader politico ha infatti provocato sei suicidi e ben dieci infarti: in tutto sedici vittime. A quanto riferisce oggi la polizia, tre persone si sono impiccate, una si è immolata col fuoco, una si è avvelenata e l'ultima si è buttata sotto un autobus.

Nota fra i suoi sostenitori con Amma, la madre, la Jayalalithaa è un ex attrice passata alla politica, che ispira una devozione quasi fanatica fra i suoi sostenitori. Secondo l'accusa avrebbe ammassato, con la creazione di società fantasma, una fortuna di 11 milioni di dollari durante il suo primo mandato (1991-1996) malgrado prendesse un salario simbolico di una sola rupia (1,6 centesimi di dollaro). Jayalalithaa ha presentato oggi appello e chiesto la libertà su cauzione.

Fonte: The Times of India →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei suicidi e dieci infarti: la condanna del primo ministro fa 16 vittime

Today è in caricamento