Busta con proiettile ad Antonio Conte: l'allenatore dell'Inter sotto vigilanza

Nella lettera anonima inviata all'allenatore nerazzurro, oltre alla pallottola, vi erano anche diverse minacce

Antonio Conte

L'allenatore dell'Inter, Antonio Conte, sarebbe stato messo sotto vigilanza dopo aver ricevuto una busta con all'interno un proiettile. ''Le pattuglie in strada di polizia e carabinieri passeranno con più frequenza intorno al palazzo di Milano nel quale abita l’allenatore dell’Inter" e "la stessa cosa avverrà nei dintorni degli uffici della società nerazzurra": scrive Gianni Santucci sul Corriere della Sera.

"Tecnicamente si parla di una vigilanza, il livello più basso di tutela per una personalità pubblica, ed è stata stabilita dopo avere esaminato l’entità della 'minaccia'", si legge nell'articolo.

Stando all'indiscrezione, Conte "qualche giorno fa ha infatti ricevuto una lettera anonima che conteneva una serie di minacce e un proiettile. È stato lo stesso allenatore a chiamare le forze dell’ordine e a firmare una denuncia contro ignoti, depositando la busta che aveva ricevuto. La società è stata avvertita dal tecnico e sta seguendo da vicino l’intera vicenda". Secondo le prime analisi si tratterebbe della "azione di un mitomane" e "il livello di rischio viene ritenuto dunque molto basso".

Proiettile a Conte, l'Inter: "Abbiamo ricevuto noi la lettera"

'In relazione alle notizie pubblicate oggi, FC Internazionale Milano precisa che Antonio Conte non ha ricevuto personalmente alcuna lettera minatoria e, di conseguenza, non si è recato in prima persona a sporgere denuncia. È stato il club a ricevere una lettera e, come da prassi in questo genere di situazioni, ha provveduto a rivolgersi alle autorità competenti''. E' quanto scrive il club in una nota.

Fonte: Corriere della Sera →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento