Giovedì, 28 Ottobre 2021

Coronavirus, il medico del tocilizumab: "Miglioramenti nel 60% dei casi"

Vincenzo Montesarchio, membro dell'equipe che sta testando il farmaco a Napoli, conferma i primi risultati positivi del farmaco anti artrite. Dopo l'ok dall'Aifa, a breve partirà la sperimentazione su 330 pazienti

Mentre il mondo intero è al lavoro per cercare una cura al nuovo coronavirus, continuano ad arrivare risultati incoraggianti dalla somministrazione del tocilizumab, il farmaco anti artrite che una task force di medici dell'Istituto Pascale e dell'Ospedale dei Colli di Napoli stanno sperimentando da circa 10 giorni.

A confermarlo a NapoliToday è Vincenzo Montesarchio, uno dei camici bianchi membro della task force che sta testando il tocilizumab: "A Napoli abbiamo trattato venti pazienti con il tocilizumab e abbiamo avuto miglioramenti nel 60% dei casi. Tre di questi stanno per uscire dalla terapia intensiva".

Nei giorni scorsi è anche arrivato l'ok dall'Aifa, l'agenzia italiana del farmaco, che ha approvato il protocollo per una sperimentazione su più larga scala, che prevede il coinvolgimento di 330 pazienti: "E' un risultato importate - spiega Vincenzo Montesarchio, direttore dell'Unità operativa di Oncologia del Monaldi e membro dell'equipe - che permetterà di avere dati certi sull'uso del farmaco. A Napoli stiamo avendo ottimi risultati. Anche i pazienti che non sono migliorati, però con la simministrazione si sono stabilizzati. Adesso il tocilizumab verrà provato su un primo gruppo di malati non intubati o intubati da meno di 24 ore. Poi, saranno trattati anche coloro in terapia intensiva da più tempo, per comprendere in quale fase il farmaco ha più effetto. I tempi saranno brevissimi, rapidi almeno quanto la diffusione che sta avendo il virus". 

Fonte: NapoliToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il medico del tocilizumab: "Miglioramenti nel 60% dei casi"

Today è in caricamento