Mercoledì, 12 Maggio 2021

Coronavirus, è allarme tra i giovani: quintuplicati gli infetti tra gli under 18

Cala l'età media dei positivi al Covid. Il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Lorenzo Vaia: "Serve maggiore prudenza, non solo da parte degli anziani"

Foto archivio Ansa generica

L'età media dei positivi al coronavirus si sta abbassando. Nell'ultimo mese i ragazzi under 18 infetti sono quasi quintuplicati, passando dal 2% al 9,43% dei nuovi casi (quasi uno su dieci). A lanciare l'allarme è il direttore sanitario dell'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, il dottor Francesco Vaia, raggiunto da Il Messaggero. Movida notturna, piazze piene e assembramenti sono una serie di fattori che probabilmente hanno portato a far abbassare l'età media degli infetti.

"L'abbassamento dell'età nei nuovi positivi è evidente. Da un lato ci preserva da un incremento di casi gravi, dall'altro deve essere un campanello per invitare tutti a maggiore prudenza". Negli ultimi trenta giorni, l'età media degli infetti è stimata intorno ai 47 anni, un dato in calo rispetto alla media di 61 anni registrata da inizio pandemia.

"Ai giovani dobbiamo chiedere maggiore prudenza, perché per loro le conseguenze sono meno gravi - continua il dottor Vaia - ma se il virus continua a circolare rischia di raggiungere le persone più fragili. Dovremmo fare attenzione ai mesi invernali, quando torneremo nei locali chiusi". 

Fonte: Il Messaggero →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, è allarme tra i giovani: quintuplicati gli infetti tra gli under 18

Today è in caricamento