Martedì, 13 Aprile 2021

Coronavirus, due indagati per la mancata chiusura dell'ospedale di Alzano Lombardo

Lo riferisce il Corriere della Sera: "L'identità delle persone sotto inchiesta non è nota"

Foto archivio

Ci sono i primi due indagati nell'inchiesta condotta dalla procura di Bergamo sulla gestione del pronto soccorso di Alzano Lombardo che il 23 febbraio scorso venne chiuso e poi riaperto nel giro di 3 dopo la scoperta dei primi due casi di Coronavirus. Lo riferisce il Corriere della Sera, precisando che "l'identità delle persone sotto inchiesta non è nota" e che per il momento "nessun dirigente e nessun medico dell'Azienda socio sanitaria territoriale di Seriate, competente su Alzano, avrebbe ricevuto al momento informazioni di garanzia". Le accuse contestate sono epidemia colposa e omicidio colposo.

La procura di Bergamo indaga sulla gestione del pronto soccorso di Alzano Lombardo, chiuso e riaperto dopo poche ore il 23 febbraio scorso, dopo la scoperta dei primi due casi Covid-19, in seguito morti, sulle morti nelle Rsa e sulla mancata istituzione della zona rossa dei comuni della Val Seriana colpiti dall’epidemia. L'obiettivo degli inquirenti è capire se siano state rispettate tutte le procedure e i protocolli, a partire dalla sanificazione del pronto soccorso e degli altri reparti dell'ospedale della cittadina dove a fine febbraio si sviluppò uno dei focolai lombardi dell'epidemia. Si muove su vari fronti l'inchiesta bergamasca, tra cui anche le morti avvenute nelle Rsa della zona e proprio la mancata istituzione della zona rossa in Bassa Val Seriana e in particolare a Nembro e Alzano. Al momento gli inquirenti per la mancata zona rossa in due comuni molto colpiti si sono limitati ad ascoltare tutti i protagonisti della vicenda come persone informate sui fatti. 

Inchiesta sulle zone rosse, Conte dai pm: "Ho agito in scienza e coscienza"

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, due indagati per la mancata chiusura dell'ospedale di Alzano Lombardo

Today è in caricamento