Lunedì, 19 Aprile 2021

Infetti contro sani: l'assurda partita di calcetto è finita molto male

L'intervento della polizia ha impedito che a Pamplona si tenesse una folle partita di calcetto: se l'intento era benefico le modalità in cui una squadra di infetti da coronavirus avrebbe dovuto giocare contro un team di sani hanno portato ad una multa salatissima

Una squadra di persone infette da coronavirus avrebbe dovuto affrontare in una partita di calcetto un'altra squadra di persone non infette: i promotori lo avevano chiamato "Patxanga Mendillorri". Una folle trovata quella organizzata in Spagna per oggi lunedì 20 luglio e resa solo meno deplorevole dall'intento benefico: l'evento sportivo era infatti presentato come una partita di beneficenza per i malati di COVID-19. 

Promotore della partita è stato un 23enne spagnolo già denunciato a giugno scorso per l'organizzazione di una festa con centinaia di giovani nell'area del lago Mendillorri in totale spregio delle misure anti-covid. Tra l'altro si trova in un quartiere di Pamplona tra i più colpiti dallo scoppio dell'epidemia nella regione spagnola della Navarra.

Se in America erano i Covid-party a far discutere, in Spagna l'iniziativa ha suscitato una vera ondata di disapprovazione. Per questo le autorità hanno deciso la mano dura e l'organizzatore - identificato grazie alla condivisione dell'evento su Instagram - dovrà pagare una multa da 3000 euro. 

Inoltre potrebbe andare incontro a conseguenze penali anche solo per aver tentato di aver organizzato l'evento bloccato dalle autorità. 

Patxanga Mendillorri-2

Follia a Napoli, assembrati in centinaia per un torneo di calcetto in piazza 

Fonte: Marca.com →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infetti contro sani: l'assurda partita di calcetto è finita molto male

Today è in caricamento