Trentenne muore dopo aver partecipato a un 'covid party': "Credevo che il virus fosse una bufala"

Il giovane aveva partecipato a una festa organizzata per vedere se il virus fosse davvero reale. Le sue parole raccolte dall'infermiera che lo curava poco prima di morire. Il caso in Texas, dove da inizio epidemia si registrano più di 258mila casi e oltre 3200 morti

"Ho sbagliato. Credevo fosse una bufala, ma non lo è". Queste le parole di un 30enne americano poco prima di morire, dopo aver contratto il coronavirus a un "covid party".

L'uomo è stato ricoverato in un ospedale del Texas, dove poi è morto. Secondo quanto riferito dalla referente medico del Methodist Hospital di San Antonio, la dottoressa Jane Appleby, il 30enne aveva detto di aver partecipato a una festa dove era presente una persona già infettata per "verificare" se il coronavirus fosse reale. Al momento non è stato rivelato quando si è svolta la festa, né quante persone vi abbiano partecipato né dopo quanto tempo l'uomo è stato ricoverato. Le parole del giovane sono state raccolte dall'infemiera che lo stava curando. 

Nel Texas sabato si sono registrati 8332 nuovi casi confermati di coronavirus, mentre in tutto lo Stato dall'inizio dell'epidemia si registrano più di 258mila casi e oltre 3200 morti. Negli Stati Uniti il numero di casi continua a crescere con un nuovo record venerdì scorsi di 68mila nuovi casi in un giorno. 

Già da diverso tempo si ha notizia negli Stati Uniti, duramente colpiti dall'epidemia, di "covid party", organizzati da chi non crede che la minaccia del virus sia reale oppure per esporre intenzionalmente le persone al contagio nel tentativo di arrivare a un'immunità di gregge. In Alabama le autorità hanno riferito di alcuni studenti che avevano organizzato delle feste "a tema", con un premio in denaro per il primo che effettivamente avesse contratto il virus. Queste feste sono "pericolose, irresponsabili e potenzialmente letali", dice il dottor Robert Glatter, del Lenox Hill Hospital di Manhattan.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fonte: New York Times →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento