Martedì, 11 Maggio 2021

''Il Covid non esiste'' e organizza un party in famiglia: tutti ammalati, muore la suocera

Convinto che l'epidemia di coronavirus fosse tutta una montatura, un 43enne di Dallas ha organizzato una festa con i suoi familiari e quelli del suo compagno: nei giorni successivi si sono ammalati tutti

Foto di repertorio

Tony Green, un uomo di 43 anni di Dallas, in Texas (Stati Uniti), ha organizzato insieme al suo compagno un party in famiglia, invitando una dozzina di parenti, tra cui i suoceri, la nonna e le sorelle. L'uomo sosteneva che l'emergenza coronavirus fosse una bufala, ma pochi giorni dopo la festa, avvenuta lo scorso 13 giugno, tutti i partecipanti si sono ammalati, lui è stato ricoverato in ospedale e la suocera è deceduta.

A raccontare la vicenda a Dallas Voice è stato proprio Tony Green, grande supporter di Donald Trump, che durante il lockdown ha violato tutte le regole, sostenendo che quella del Covid fosse una montatura: ''Credevo che il virus fosse una bufala. Credevo che i media mainstream e i democratici lo usassero per creare il panico, mandare in crash l’economia e distruggere le possibilità di Trump di farsi rieleggere''.

Così ha deciso di organizzare il party il 13 giugno ed il giorno seguente si è svegliato manifestando i sintomi del SARS-COV-2. Nei giorni successivi sono risultati positivi anche gli altri suoi parenti e quelli del compagno, con la suocera che è morta il primo luglio. 

Fonte: Dallas Voice →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

''Il Covid non esiste'' e organizza un party in famiglia: tutti ammalati, muore la suocera

Today è in caricamento