Giovedì, 15 Aprile 2021

Coronavirus, la strage al Pio Albergo Trivulzio: "Oltre cento vittime"

La denuncia della Cisl: "Mercoledì morti altri 12 anziani"

L'ingresso del Pio Albergo Trivulzio, l'istituto gerontologico di Milano, dove si sono registrati numerosi casi de decesso fra gli ospiti a causa della diffusione del Coronavirus. Milano 7 Aprile 2020. ANSA / MATTEO BAZZI

Dall'inizio dell'epidemia al Pio Albergo Trivulzio, storica residenza sanitaria assistenziale di Milano, sarebbero morte "circa 110 persone". E' quanto ha affermato all'ANSA Rossella Delcuratolo, sindacalista della Cisl che segue operatori e infermieri che lavorano nella struttura. Una settantina di decessi si sarebbero verificati a marzo, altri 40 nel primo scorcio di aprile. Soltanto ieri, nella giornata di mercoledì, secondo la sindacalista sarebbero morti "altri dodici anziani".

Mercoledì, proprio per far luce sulla "strage dei nonni", da regione Lombardia hanno ufficializzato la creazione di una commissione di controllo e verifica. 

"L'organismo ha il compito di accertare i fatti con la massima trasparenza - avevano spiegato il presidente Attilio Fontana e l'assessore al Welfare, Giulio Gallera - con particolare riferimento alle procedure adottate sin dalle fasi iniziali per gestire la situazione di emergenza legata al coronavirus".

La Regione è 'accusata' di aver mandato alcuni contagiati da coronavirus all'interno delle case di riposo, favorendo così il contagio. L'Assessore al welfare Giulio Gallera si è giustificato spiegando che la giunta non avrebbe mai "imposto o chiesto alle Rsa di mettere i pazienti Covid positivi" insieme agli ospiti, ma di aver chiesto alle Rsa con aree separate e personale dedicato "se potevano e volevano aiutarci a salvare delle vite". "Alcune decisioni sono state prese mentre si era dentro uno tsunami" ha detto invece il governatore Fontana. "Bisognava decidere se lasciare in strada malati gravi o se dare loro assistenza".

La commissione valuterà se ci sia stata realmente una sottovalutazione dell'emergenza coronavirus nella residenza per anziani. Tra i componenti dell'organismo, presieduto dal direttore sanitario di Ats Milano, Vittorio Demicheli, spiccano i nomi dei magistrati Giovanni Canzio, già primo Presidente della Corte di Cassazione, indicato da Regione Lombardia, e Gherardo Colombo, indicato dal Comune di Milano.
 

Fonte: MilanoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la strage al Pio Albergo Trivulzio: "Oltre cento vittime"

Today è in caricamento