Sabato, 17 Aprile 2021

Coronavirus, la storia di Roberto: ex clochard che consegna gratis la spesa

Un 41enne di Cuneo, dopo aver passato diversi anni a dormire in stazione, ha ripreso in mano la sua vita e adesso aiuta le persone in difficoltà in questo momento di emergenza sanitaria

Foto di repertorio

Dopo otto anni passati in strada, a dormire alla stazione, in questo momento di emergenza causata dall'epidemia di coronavirus, ha deciso di mettersi al servizio dei più bisognosi. E' la storia di Roberto Prandi, 41enne di Cuneo, che ha raccontato a Erica Giraudo de 'La Stampa', la sua idea per rendersi utile: “ Se qualcuno ha bisogno di avere la spesa a casa  mi offro di portargliela gratis”.

Una storia di sofferenza, ma anche di rinascita, quella di Roberto, che dopo essere finito in strada, è riuscito a riprendere in mano la sua vita grazie all’incontro con l’unità di strada dell’associazione Papa Giovanni XXIII: “ Venivano ogni giorno alla stazione a portarmi cibo e bevande. Hanno dovuto insistere per un anno e mezzo per convincermi a farmi aiutare”.

Lì ebbe inizio il suo percorso di cambiamento, che lo ha portato fino ad oggi, momento in cui l'uomo ha deciso di mettersi a disposizione dei più deboli: “Chi volesse può contattarmi. Mi muovo a piedi e non entro in casa, lascio la spesa sulla porta. Lo faccio gratis, in cambio non voglio niente”.

Fonte: La Stampa →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la storia di Roberto: ex clochard che consegna gratis la spesa

Today è in caricamento