Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Coronavirus, la Spagna corre ai ripari: discoteche chiuse e divieto di fumo all'aperto

La desione annunciata dal ministro della Sanità, Salvador Illa. In vigore undici misure (più tre raccomandazioni) per contenere l'aumento dei contagi

Discoteche e bar chiusi in tutta la Spagna e divieto di fumo all’aperto se non viene mantenuta una distanza di due metri.

Queste alcune delle misure prese in Spagna dopo il massimo aumento di nuovi casi di coronavirus nel Paese, dove si teme una seconda ondata. Il ministero della Sanità ha annunciato la chiusura di tutte le discoteche e le sale da ballo e restrizioni per i locali su tutto il territorio spagnolo.

Le varie misure - 11 in tutto, più tre raccomandazioni - sono state annunciate dal ministro della Sanità, Salvador Illa, come riportano i media locali. C'è anche il divieto di fumo per strada e nei luoghi pubblici all'aperto se non c'è la possibilità di stare ad almeno due metri di distanza dalle altre persone. Ristoranti, bar e locali dovranno chiudere entro l'1 e non potranno accettare clienti dopo la mezzanotte. Prevista anche la necessità di garantire una distanza minima di sicurezza di 1,5 metri nei locali per il servizio bar e il consumo ai tavoli.

“Annuncio che per la prima volta abbiamo deciso azioni coordinate in materia di salute publica e queste misure sono state accettate all’unanimità”, ha detto il ministro, riferendosi al fatto che le nuove regole sono stati approvate anche da tutte le comunità autonome.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai cittadini viene raccomandato di limitare gli incontri sociali, restano fra congiunti o gruppi di convivenza stabile, fino a un massimo di dieci persone “Queste misure sono il minimo, non il massimo. Le comunità possono adottare misure più restrittive”, ha sottolineato Illa. In Spagna si teme infatti che la situazione possa rapidamente peggiorare. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 2.935 nuovi positivi.

Fonte: El Pais →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

-

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la Spagna corre ai ripari: discoteche chiuse e divieto di fumo all'aperto
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...