Martedì, 20 Aprile 2021

Le zanzare non trasmettono il coronavirus, a certificarlo uno studio dell'Iss

I ricercatori hanno dimostrato che il virus, una volta penetrato all'interno della zanzara mediante un pasto di sangue infetto, non è in grado di replicarsi

Foto di repertorio

Le zanzare non sono in grado di trasmettere il coronavirus. A certificarlo sono i dati preliminari di uno studio condotto da un team di entomologi e virologi dell'Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. La ricerca aveva l’obiettivo di valutare attraverso prove di infezione sperimentale, la competenza vettoriale di due specie di zanzare: la zanzara tigre (Aedes albopictus) e la zanzara comune (Culex pipiens).  

I ricercatori hanno dimostrato che il virus, una volta penetrato all'interno della zanzara mediante un pasto di sangue infetto, non è in grado di replicarsi e quindi di essere successivamente inoculato dalla zanzara attraverso una puntura. I risultati definitivi saranno pubblicati a breve dall'ISS e dall'IZSVe.

Ad anticipare i risultati della ricerca sono stati Antonia Ricci e Calogero Terregino dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, in conferenza stampa insieme al governatore del Veneto Luca Zaia.

"Abbiamo da poco terminato lo studio effettuato in merito sulle possibilità e posso svelarvi in anteprima che l'esito è del tutto rassicurante  - ha spiegato Ricci - perché sia la zanzara comune che la zanzara tigre non hanno la ‘competenza vettoriale’ per trasmettere il virus, e quindi sono innocue". 

All'argomento si è agganciato il dottor Calogero Terregino: "Abbiamo studiato anche il rapporto con gli animali domestici, e possiamo affermare che cani e gatti sono vittime e non untori: loro infatti possono prendere il Coronavirus ma non c'è alcun rischio di trasmissione da loro all'uomo".
 

Fonte: PadovaOggi →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le zanzare non trasmettono il coronavirus, a certificarlo uno studio dell'Iss

Today è in caricamento