rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021

Vuole creare un paese per soli ariani, ma il test dimostra che ha sangue nero

Il suprematista Craig Cobb voleva liberare la cittadina di Leith, North Dakota, da ogni “razza inferiore come neri, ebrei, latini e zingari”, e fondare un’enclave nazional socialista per soli bianchi

Negli Stati Uniti la notizia era stata raccontata da quasi tutti i media, che gli diedero ampio spazio.

Il suprematista Craig Cobb voleva liberare la cittadina di Leith, North Dakota, da ogni “razza inferiore come neri, ebrei, latini e zingari”, e fondare un’enclave nazional socialista per soli bianchi.

Ma, a sorpresa, Cobb ha sangue nero nelle proprie vene. La clamorosa scoperta, racconta il Fatto Quotidiano, è stata fatta durante un talk show condotto dalla giornalista afrocaraibica Trisha Goddard, che ha letto in diretta i risultati del test del Dna cui il suprematista si è sottoposto.

I test non lasciano spazio a molti dubbi: nel suo corpo il 14% di sangue è di eredità subsahariana. Per intenderci, non si salverebbe in una pulizia etnica di quelle che lui stesso propone.

Scrive Il Fatto:

Fondamentalista cristiano, creazionista, Cobb è stato adepto per diversi anni della World Church of Creator: più che una chiesa una vera e propria setta negazionista che si riprometteva la guerra santa contro gli ebrei che dominavano il mondo finanziario e le razze inferiori che lo infestavano.

Cobb poi ha scelto di andare a vivere nel North Dakota, in una zona popolata in gran parte da bianchi.

Lì voleva fondare una città neonazista per soli ariani e ha iniziato a comprare terreni edificabili nei dintorni di Leith. Poi ha incominciato a invitare il maggior numero possibile di neonazisti, che una volta residenti lo avrebbero votato a maggioranza come sindaco del paese.

Un’impresa non impossibile dato che nel 2010, quando Cobb è arrivato nel North Dakota, i residenti ufficiali a Leith erano solo 16. Subito Leith è diventato il luogo di elezione del delirio e suprematista bianco, nell’ultimo anno svastiche, croci e bandiere a stelle strisce si sono confuse in quel lembo di terra altrimenti quieto, e il paese ha cominciato a riempirsi di fondamentalisti neonazisti.

Una piccola, minuscola, storia americana. Le persone che vivono a Leith sono poco più di 20.

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole creare un paese per soli ariani, ma il test dimostra che ha sangue nero

Today è in caricamento