rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Nuda proprietà, con la crisi è boom: "Vendo casa mia per pagare la badante"

Si assiste nell'Italia di fine 2013 al boom della nuda proprietà. Sempre più anziani cedono la proprietà dell'immobile in cui vivono per assicurarsi un gruzzoletto che permetta di arrivare a fine mese

E' un lato della crisi economica di cui si è parlato poco fino a oggi. Lo fa L'Espresso, che dedica all'argomento un lungo articolo.

Si assiste nell'Italia di fine 2013 al boom della nuda proprietà. Sempre più anziani cedono la proprietà dell'immobile in cui vivono per assicurarsi un gruzzoletto che permetta di arrivare a fine mese con più tranquillità e magari di pagare una badante.

La nuda proprietà è il valore dell’immobile decurtato dell’usufrutto. Quindi in parole semplici, vendere la nuda proprietà significa vendere il proprio immobile, ma tenendo per sé il diritto di viverci per tutta la vita.

La tendenza è in continua crescita soprattutto nelle regioni del Nord. I numeri:  nei primi dieci mesi dell'anno le vendite in nuda proprietà sono cresciute di più del 10%. Dopo una vita passata a lavorare gli anziani della Penisola fanno i conti con i centesimi. Meglio avere qualche soldo in più piuttosto che una casa intestata.

Il presidente dell'associazione Abitare Anziani, Luigi De Vittorio, racconta all'Espresso:"Per chi ha una certa età, la spesa principale è costituita dalla necessità di una badante. Una spesa ingente, attorno ai mille euro al mese che per quasi metà di chi la affronta è completamentamente insostenibile. Se non si hanno figli, o se quelli che si hanno non sono in grado di occuparsi notte e giorno di un anziano, quella per la badante è una spesa quasi inevitabile - continua De Vittorio- Ma a impoverire gli anziani non ci si mette solo la spesa monstre necessaria ad avere assistenza: c'è anche un complessivo diminuito potere d'acquisto della pensione che mette in difficoltà anche chi non ha bisogno di assistenza: basti pensare che dal 1996 a oggi il potere di acquisto delle pensioni si è ridotto del 33% e che sempre più spesso sono gli anziani a dover aiutare figli e nipoti nelle spese di tutti i giorni”.

La vendita di una casa in nuda proprietà può dare liquidità immediata a chi vende ed essere un affare considerevole per chi compra e che, a seconda dell'età dell'inquilino, può ottenere considerevoli sconti rispetto al prezzo iniziale, alimentando un sistema che, inutile negarlo, lascia ampio spazio al pericolo di raggiri. “Per gli anziani il rischio di essere turlupinati c'è - confermano da Abitare Anziani - anche perché una compravendita immobiliare richiede calcoli di matematica finanziaria che lascerebbero spiazzata anche una persona giovane e preparata”.

Fonte: L'Espresso →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuda proprietà, con la crisi è boom: "Vendo casa mia per pagare la badante"

Today è in caricamento