Lunedì, 21 Giugno 2021

Dà da mangiare ai senzatetto: novantenne finisce in prigione

Succede a Fort Lauderdale, in Florida: sessanta giorni di carcere e una multa di circa 400 euro. Arnold Abbott aveva portato del cibo ai senza casa del suo quartiere. Scatta la protesta e la solidarietà nei confronti dell'anziano

Sessanta giorni di prigione e una multa di 500 dollari, circa 400 euro: Arnold Abbott ha novanta anni e dovrò scontare questa pena. La ragione? Lui abita a Fort Lauderdale, in Florida e ha dato da mangiare ai senza tetto del suo quartiere. Nella sua città è contro la legge un provvedimento vieta la condivisione del pasto. 

Alcuni dei suoi vicini di casa hanno assistito alla scena: "Una vergona! Una cosa davvero vergognosa!". Proprio il signor Abbott ha raccontato questa brutta esperienza: 
 

Uno dei poliziotti mi si è avvicinato e mi ha detto: 'metti giù quel piatto' quasi che avessi in mano un'arma. Sono i più poveri tra i poveri, non hanno nulla, non hanno un tetto sopra la testa. Come si fa?

Lui stesso nel 1999 aveva citato in giudizio il comune della sua città, dopo una legge che vietava di dar da mangiare ai senzatetto sulla spiaggia e la Corte degli Stati Uniti aveva ritenuto che il provvedimento violasse la Costituzione. Ma con la nuova legge sull'argomento non è così: ben presto verrà adottata anche a Seattle, Los Angeles, Phoenix, Dallas e Philadelphia. 

Fonte: Huffington Post →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dà da mangiare ai senzatetto: novantenne finisce in prigione

Today è in caricamento