rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021

In Danimarca passa il 'burqa ban': la legge che vieta di coprirsi il volto in pubblico

Con 75 voti a favore il parlamento danese ha approvato la normativa che vieta di indossare nei luoghi pubblici indumenti che coprono il viso. Basta burqa e niqab, ma anche foulard, turbanti e copricapo ebraici

In Danimarca il parlamento ha approvato la legge che vieta di indossare in pubblico indumenti che coprono il viso, come il niqab ed il burqa. Una decisione che in Europa era già stata presa da Francia e Belgio, due dei Paesi maggiormente presi di mira dal terrorismo islamico. 

Come si legge nel testo menzionato dal noto quotidiano danese Berlingske, “Chiunque, nei luoghi pubblici, indossi un indumento che nasconde il suo volto è soggetto a una multa”. Il provvedimento, presentato dal governo di centrodestra,  è stato adottato con 75 voti a favore e 30 contro.

Il governo danese ha assicurato che questa legge, conosciuta col nome di 'Burqa ban', non prende di mira alcuna religione, visto che bandisce anche foulard, turbanti o tradizionali copricapo ebraici. Nonostante questo chiarimento, la misura imporrà restrizioni soprattutto all'abbigliamento delle donne musulmane più conservatrici, che non sono comunque molte in Danimarca.

La nuova legge entrerà in vigore dal prossimo mese di agosto e chi non dovesse rispettarla rischierà una multa da 150 dollari, e fino a sei mesi di carcere per la reiterazione. Chi invece costringerà una persona ad indossare indumenti che coprono il viso rischierà fino a due anni di carcere. Le uniche eccezioni concesse dalla legge riguardano 'motivi chiari' come il freddo o la sicurezza, come i caschi per i motociclisti.

Fonte: Berlingske →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Danimarca passa il 'burqa ban': la legge che vieta di coprirsi il volto in pubblico

Today è in caricamento