rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022

Danneggiata da vandali la statua del leader laico tunisino ucciso

"E' un atto criminale, hanno oltrepassato ogni limite", ha dichiarato la vedova di Belaid

La statua eretta in memoria del leader tunisino dell'opposizione laica, Chokri Belaid, assassinato il 6 febbraio scorso, è stata danneggiata da vandali nella notte tra domenica e lunedì. La statua, una scultura d'arte contemporanea in marmo, è stata sradicata dalla base e rotta in tre pezzi. I fiori deposti ai piedi della statua sono stati calpestati così come le fotografie del politico assassinato.

"E' un atto criminale, hanno oltrepassato ogni limite", ha dichiarato la vedova di Belaid, Besma Khalfaoui, giunta sul posto per verificare l'accaduto. "Il responsabile è il ministro degli Interni (Ali Larayedh), proprio lui", ha ripetuto la donna, con al suo fianco alcune decine di persone. La signora Khalfaoui ha detto di aver chiesto, senza per ora ottenerla, una protezione della sua famiglia e della sua abitazione.

Chokri Belaid, leader dell'opposizione di sinistra e convinto anti-islamico, è stato assassinato davanti alla sua casa di Tunisi con tre colpi alla testa. Il suo assassinio ha provocato una reazione molto forte che ha fatto ripiombare il Paese in una grave crisi politica. L'opposizione laica punta il dito contro la Lega per la protezione della Rivoluzione, composta da milizie filo-governative islamiche, che sarebbe responsabile di diversi attacchi per intimidire i detrattori del governo a guida islamica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggiata da vandali la statua del leader laico tunisino ucciso

Today è in caricamento