A 104 anni sceglie l'eutanasia: "Non sono malato, ma non voglio più continuare a vivere"

Lo scienziato ecologista australiano David Goodall, 104 anni, è morto questa mattina alle 12:30 con una procedura di suicido assistito presso la clinica Eternal Spirit di Basilea

Ansa

Lo scienziato ecologista australiano David Goodall, 104 anni, è morto questa mattina alle 12:30 con una procedura di suicido assistito presso la clinica Eternal Spirit di Basilea. Lo scienziato - riporta il quotidiano svizzero Blick - era arrivato l'altro ieri in Svizzera dall'Australia con l'esplicità volontà di mettere fine ai suoi giorni, gesto che gli era impedito dalle leggi del suo paese.

Ieri Goodall aveva parlato per l'ultima volta ai giornalisti: "Non voglio più continuare a vivere", ha confessato, "sono felice di avere l'opportunità domani di mettere fine ai miei giorni e sono grato dell'aiuto professionale dei medici di questo paese che me lo rende possibile".

Non è malato ma vuole morire: a 104 anni sceglie l'eutanasia 

Goodall non era malato, ma aveva deciso di porre fine ai suoi giorni dopo aver visto deteriorare la qualità della sua vita: “Non sono felice. Voglio morire. Non è particolarmente triste. È triste sentirsi il peso dell'età” aveva raccontato qualche tempo fa.

Il suicidio assistito in Australia, come in altri Paesi, era vietato almeno fino allo scorso anno, quando lo stato di Vittoria ha deciso di renderlo legale. Ma la legge entrerà in vigore nel giugno 2019 e sarà applicata soltanto ai malati terminali capaci di intendere e di volere, con un'aspettativa di vita inferiore ai sei mesi. Tutti requisiti che David Goodall non possedeva. 

Fonte: Blick.ch →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento