Giovedì, 15 Aprile 2021

Catena odontoiatrica non riapre: pazienti rimasti senza denti ma con i debiti

Secondo quanto denunciano le associazioni di consumatori, i pazienti avrebbero acceso un finanziamento per affrontare le cure odontoiatriche ma da giorni gli operatori non rispondono al telefono

La catena odontoiatrica Dentix avrebbe fatto richiesta in un tribunale spagnolo di istanza pre-fallimentare. Succursale di una catena spagnola, Dentix è presente nel nostro Paese con 57 ambulatori, concentrati in 12 regioni e, da giorni, gli operatori non risponderebbero più ai pazienti e le cliniche sembrano aver cessato, di fatto, l’attività.

Sono centinaia i pazienti coinvolti nella vicenda che pare ripercorrere lo stesso copione del fallimento di un’altra clinica odontoiatrica, Idea Sorriso, che ha lasciato senza cure e con molti debiti i cittadini che avevano prenotato delle cure. Secondo quanto denunciano le associazioni di consumatori, i pazienti avrebbero infatti acceso un finanziamento per affrontare le cure odontoiatriche: la clinica avrebbe inccassato subito l’intero ammontare della parcella lasciando al consumatore gli interessi da riconoscere alla finanziaria.

Federconsumatori si è messa a disposizione dei cittadini coinvolti per offrire loro assistenza e informazioni in merito ad una possibile class action a tutela del piano giuridico e medico-legale.

"Le cure odontoiatriche per troppi cittadini sono divenute un vero e proprio calvario - spiega l'associazione - abbandonati dal settore pubblico, vittime, nel privato non regolato, di società di capitali, votate al puro incasso finanziario e spesso prive di deontologia medica. Per questo ci siamo rivolti al Ministro Speranza, chiedendo un incontro per discutere e pianificare una necessaria e urgente riforma del settore, che preveda, da un lato, investimenti diretti da parte del settore pubblico (Stato e Regioni), dall’altro, una regolazione del settore privato che metta al centro la forma societaria della Società Tra Professionisti (STP), con uno stop alle società di capitali".

"Questa soluzione, a nostro avviso, meglio di altre riesce a coniugare maggiori garanzie per i cittadini dal punto di vista della sicurezza e completezza delle cure, nonché della solidità del soggetto erogatore".

Il caso Dentix: la proprietà smentisce le voci di chiusura

Fonte: Federconsumatori.it →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catena odontoiatrica non riapre: pazienti rimasti senza denti ma con i debiti

Today è in caricamento