Deutsche Bank indagata a Trani: "Così manipolò il mercato in crisi"

Dure accuse della procura pugliese che ha aperto un'inchiesta contro i vertici del colosso bancario tedesco. Sotto inchiesta la massiccia vendita di titoli di Stato nel 2011

Infophoto

TRANI - La Deutsche Bank di Francoforte sul Meno è indagata per manipolazione di mercato dalla procura di Trani. L’indagine, come spiega il Sole 24 Ore, riguarda la vendita massiccia, per un importo complessivo di circa 7 miliardi di euro, di titoli di Stato italiani avvenuta nel primo semestre 2011. 

SEQUESTRI - Nei giorni scorsi alcuni militari della Guardia di Finanza di Bari, insieme al pm Michele Ruggiero, hanno effettuato il sequestro di atti ed e-mail nella sede milanese dell’Istituto bancario, in piazza del Calendario, e avrebbero raccolto le testimonianze di alcuni testimoni.

GLI INDAGATI - Gli indagati sono cinque: l’ex presidente di Deutsche Bank Josef Ackermann, gli ex co-amministratori delegati Anshuman Jain e Jurgen Fitschen (attualmente co-amministratore delegato uscente della Banca), l’ex capo dell’ufficio rischi Hugo Banziger, l’ex direttore finanziario ed ex membro del board di Deutsche Bank, Stefan Krause.

LE ACCUSE - L'ex management del gruppo è accusato dalla procura di manipolazione del mercato perché, mentre comunicava agli investitori la sostenibilità del debito sovrano dell'Italia, nascondeva agli stessi mercati e al Ministero dell'Economia italiano la reale intenzione della banca di ridurre drasticamente e nel brevissimo termine (nel primo semestre 2011) il possesso di titoli del debito italiano in portafoglio che a fine 2010 ammontava a otto miliardi di euro.

La vendita massiccia dei titoli di Stato italiani per oltre sette miliardi di euro entro giugno 2011 - secondo il pm di Trani - ha alterato il valore di mercato dei titoli perché è stata fatta violando la normativa in vigore. (...) Queste manovre sono ritenute idonee ad alterare la regolare formazione del prezzo di mercato dei titoli di Stato italiani.

Fonte: Il Sole 24 Ore →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento