Lunedì, 18 Ottobre 2021

Studio shock, essere vegetariani fa male: "Raddoppia il rischio di cancro e infarto"

Una ricerca austriaca rivela che chi evita la carne ha il 50% di possibilità in più di ammalarsi di cancro o di soffrire un infarto. L'articolo di Paolo Mastrolilli sulla Stampa

Non porta benefici, anzi. Seguire una dieta vegetariana fa male alla salute: "Porta più ansia, depressione e allergie”. Lo sostiene uno studio dell’Università Medica di Graz, in Austria.

Secondo il nuovo studio austriaco chi non mangia carne gode di una qualità della vita peggiore e ha più bisogno di assistenza medica: il problema sarebbe la dieta sbilanciata.

La rivista PLos One spiega che chi evita la carne ha il 50% di possibilità in più di ammalarsi di cancro o di soffrire un infarto.

Parole che faranno discutere, soprattutto perché dicono l'esatto opposto di quel che i medici di tutto il mondo occidentale suggeriscono da decenni. Il titolo della ricerca è Austrian Health Interview Survey: in base alle nuove statistiche i vegetariani hanno un body mass index inferiore, fanno più attività fisica, bevono meno alcool e non fumano.

Paolo Mastrolilli sulla Stampa si è preso la briga di analizzare nel dettaglio la sorprendente ricerca:

Se tutto questo non bastasse, le persone che non consumano carni e grassi animali sono anche più esposte alla depressione e all’ansia. In generale, ”i vegetariani godono di una qualità della vita peggiore e hanno più bisogno di assistenza medica”. [...] Il problema non starebbe nel fatto che frutta e vegetali sono dannosi, ma nella dieta sbilanciata. Infatti anche i grassi animali, assunti in dosi ragionevoli, hanno una missione positiva da compiere per il nostro corpo.

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studio shock, essere vegetariani fa male: "Raddoppia il rischio di cancro e infarto"

Today è in caricamento