rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024

"Dio c'è": l'esperienza ultraterrena di un neuroscienziato

Un articolo su Newsweek affronta i grandi temi della vita dopo la morte

"Dio c'è": lo sostiene, con un interessantissimo articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista americana Newsweek, il neuroscienziato Eben Alexander. E non lo afferma come risultato di ricerche scientifiche, né come approdo di un percorso spirituale, ma per "esperienza diretta".

Entrato in coma a causa di una meningite, al suo risveglio lo scienziato ricorda di un "viaggio in una dimensione più alta, popolata da angeli, in uno scenario paradisiaco".
Mentre il suo cervello, agli occhi dei medici e degli strumenti scientifici, non aveva "vita, Eben  viveva un'altra esperienza, quella di essere giunto in un luogo "pieno di farfalle, in cui si udiva della musica e canti", un posto molto simile a come l'umanità immagina il Paradiso, un "luogo pieno di nuvole", in cui è stato accolto da una donna "bellissima, con gli occhi azzurri", e ha percepito di essere "amato incondizionatamente" da un'entità spirituale, "volando su ali di farfalla".

L'esperienza ultraterrena ha cambiato la visione del mondo di quello che era un "freddo e razionale" scienziato. La sua esperienza, a noi, pone ulteriori interrogativi, dubbi, ma anche molta speranza.

 

Fonte: Newsweek →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dio c'è": l'esperienza ultraterrena di un neuroscienziato

Today è in caricamento