Sabato, 10 Aprile 2021

Altro che quota 100, dipendenti della Camera in pensione a meno di 60 anni (ma per poco)

È la legge che consente ancora ad alcune decine di impiegati di Montecitorio e palazzo Madama di accedere a un esodo pensionistico anticipato

Altro che legge Fornero, altro che quota 100: secondo il quotidiano Il Tempo decine di dipendenti parlamentari nei prossimi anni andranno in pensione a meno di 60 anni di età. Nulla di anomalo: è la legge che consente agli impiegati di Montecitorio e palazzo Madama, le sedi di Camera e Senato, di accedere a un esodo pensionistico anticipato.

Un mese fa l'ufficio di presidenza della Camera, come ha ricordato lo stesso presidente Fico con un video su Facebook, è intervenuto con una serie di riduzioni sulle 'pensioni d'oro' (così il presidente pentastellato della Camera le ha espressamente definite), che faranno risparmiare 20 mln a partire dal 2022. "Siamo riusciti a fare un taglio sulle pensioni superiori ai 100.000 euro erogate per il personale", aveva dichiarato Fico, elencando gli effetti della delibera dell'Udp: ci sarà un taglio del  15% per chi percepisce tra i 100.000 e i 130.000 euro; del 25% per chi prende da 130.000 a 200.000 euro l'anno; del 30% dai 200.000 ai 350.000 euro l'anno; del 35% dai 350.000 ai 500.000 euro/anno; del 40% per chi ha una pensione che supera i 500.000 euro annui.

Con tale taglio, che sarà applicato per 5 anni , si attiverà una riduzione di spesa pari a 20 mln di euro l'anno che "sommati ai vitalizi portano il risparmio a 60 mln di euro".

Fonte: Il Tempo →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro che quota 100, dipendenti della Camera in pensione a meno di 60 anni (ma per poco)

Today è in caricamento