Domenica, 13 Giugno 2021

Disabile perseguitato per anni dai compagni: "Perché nessuno ha denunciato?"

"Stiamo ora vagliando la posizione di eventuali complici, anche morali", spiega il questore Francesco Di Ruberto. "Non è possibile che, in una realta' socialmente tranquilla come quella di Oristano, gesti simili non vengano denunciati per paura di essere tacciati d'infamia"

Immagine d'archivio

I poliziotti della squadra mobile della questura di Oristano hanno denunciato due minorenni per ripetuti atti di stalking nei confronti di un coetaneo disabile, affetto da un deficit cognitivo che, per anni, ha dovuto sottostare a continue violenze e umiliazioni pubbliche da dei due coetanei. 

L'incubo per il disabile durava da anni e anni.

I tre si conoscono sin da bambini, da quando frequentavano le scuole elementari, ed è da allora che gli atti di bullismo si sono susseguiti. I

 poliziotti, coordinati dal dirigente Dario Mongivì, hanno accertato che gli atti di violenza psicologica e fisica gratuiti che si sono succeduti sino allo scorso mese di maggio quando, a causa dell'ennesima cattiveria, il ragazzino è finito pesantemente a terra procurandosi una ferita alla mano sinistra che non ha potuto nascondere alla madre.

"Stiamo ora vagliando la posizione di eventuali complici, anche morali", spiega il questore Francesco Di Ruberto. "Non e' possibile che, in una realta' socialmente tranquilla come quella di Oristano, gesti simili non vengano denunciati per paura di essere tacciati d'infamia o, peggio, di divenire vittime di violenze".

L'Unione Sarda scrive:

I loro racconti hanno fatto emergere una triste vicenda di soprusi che tutti conoscevano ma che nessuno, per paura, aveva mai osato denunciare. Conclusa la prima fase dell’indagine , per i due quindicenni sono scattate le denunce.

Fonte: L'Unione Sarda →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabile perseguitato per anni dai compagni: "Perché nessuno ha denunciato?"

Today è in caricamento