rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Violenza

Ragazzi disabili insultati e bullizzati mentre fanno sport

La denuncia degli allenatori della scuola calcio portieri

Insulti, prese in giro ed atti di bullismo. "Non siete capaci. Ma ndo annate. Andatevene a casa", oltre a bestemmie, parolacce ed improperi. Ad essere presi di mira da un branco di adolescenti gli atleti diversamente abili che si allenano, a titolo gratuito, alla Scuola Portieri Emanuele Maggiani al Parco Malala di Villa Adriana, nel Comune di Tivoli. Episodi che si ripetono da tempo aumentati nelle ultime settimane che hanno portato i tecnici dell'Associazione Sportiva Dilettantistica a denunciare questi episodi "vergognosi" al fine di sensibilizzare gli abitanti della frazione del Comune di Tivoli e soprattutto i loro genitori, per fare in modo che quanto accaduto non si ripeta più.

Come riporta anche RomaToday, sono episodi ripetuti nel tempo, arrivati oramai ad un punto di non ritorno. A denunciare il tutto il presidente dell'ASD Allenatori Portieri di Calcio Chiara Salinetti. "Siamo arrivati oramai ad un punto di non ritorno - spiega l'allenatrice dei ragazzi al Parco Malala di via delle Puglie -. Quello che sta succedendo non è più tollerabile. Il nostro progetto nasce per integrare i ragazzi diversamente abili e farli stare insieme ai normodotati per potersi allenare come portieri di calcio. Parliamo di un gruppo di adolescenti, tutti residenti qui a Villa Adriana, che non solo bullizzano e prendono in giro i nostri atleti, ma che non smettono nemmeno quando siamo costretti ad interrompere i nostri allenamenti invitandoli a fermarsi. Anzi, in maniera molto arrogante continuano anche dopo essere stati rimproverati da noi adulti". 

A rinfracare e condannare gli episodi di discriminazione ed intolleranza anche Emanuele Maggiani, ex portiere professionista che coordina e segue l'Asd Scuola Portieri. Cresciuto calcisticamente nell'Inter prima di indossare le maglie di Lodigiani e Castel di Sangro a rendere pubblico quanto accade al Parco Malala è lo stesso 42enne di Tivoli, con una diretta facebook: "In pochi sanno che insieme ad altri miei colleghi, Chiara Salinetti, Andrea Palmieri e Cristiano Menci abbiamo dato vita a questo progetto di scuola portieri alta specializzaione con un'area dove i ragazzi disabili possono allenarsi gratuitamente. Ultimamente al Parco Malala di Villa Adriana dove facciamo questa attività stanno accadendo delle cose vergognose. Ci sono gruppi di adolescenti che insultato questi ragazzi con diverse abilità mentre fanno sport, li prendono in giro, vengono bullizzati ed insultati ripetutamente e costantemente. Più di qualche votla siamo dovuti uscire per far terminare questa barbarie ma la cosa continua". 

Attuale allenatore dei portieri della Turris 1944, Emanuele Maggiani prosegue: "Il messaggio che vorrei mandare nella speranza che arrivi a questi ragazzi ed alle loro famiglie è che siete vili, maleducati, vigliacchi e poveri di animo oltre che scarsamente intelligenti. Prendere in giro dei ragazzi a prescindere sia una cosa vergognora, farlo con dei disabili è ancora più vergognoso. Spero che chi frequenta quel parco si renda conto di quello che sta accadendo, spero che altre persone intervengano per mettere fine a queste situazioni vergognose. Spero che le famiglie vigilino il parco per verificare che i propri figli non si macchino di queste gesta". 

"Fatevi un esame di coscienza - conclude Maggiani - prendere in giro questi ragazzi mentre fanno sport, mentre stanno insieme agli altri e fanno qualcosa di bello è vergognoso. Ed è vergognoso che venga permesso dalle vostre familgie. Vi dovete vergognare voi, se fossi nei vostri genitori mi vergognerei da morire, Insultare, prendere in giro ragazzi disabili che fanno sport è una cosa vergognosa".

Denuncia social di Emanuele Maggiani che, oltre a rendere pubblico l'accaduto, ha acceso una catena di solidarietà nei confronti dei tecnici che allenano a titolo gratuito i ragazzi normodotati e disabili al parco di via delle Puglie di Villa Adriana. "Non vogliamo sporgere denuncia - conclude Chiara Salinetti -. Dalla pubblicazione del video mi sono arrivati decine di messaggi e telefonate di vicinananza e solidarietà. Con questa denuncia vorremmo sensibilizzare questi adolescenti ed i loro genitori a smettere di proseguire con il loro atteggiamento vergognoso". 

A condannare i fatti anche alcuni associazioni culturali di Villa Adriana che in una nota stampa congiunta affermano: "In riferimento alla notizia di azioni di bullismo, di insulti, di denigrazione a danno di ragazzi diversamente abili, o come vengono descritti “abilmente diversi” mentre fanno sport, da parte di alcuni gruppi di adolescenti frequentatori del Parco Malala di Villa Adriana, il gestore e le associazioni del Parco (Centro Iniziative Attività Kulturali, Centro Sportivo Vincenzo Pacifici e Centro Culturale Vincenzo Pacifici) condannano fermamente tali azioni “vergognose” ed “indegne”. Il gestore e le associazioni sono pronte ad intensificare e a rafforzare l’impegno per contrastare questo tipo di fenomeni e sono pronte a sposare e promuovere ogni azione utile a contrastare e prevenire tali fenomeni". 

Fonte: Romatoday →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi disabili insultati e bullizzati mentre fanno sport

Today è in caricamento