rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Roma non è una città per disabili: le storie di Luca e Matteo, rimasti “prigionieri” in metropolitana

Due episodi simili, avvenuti lo stesso giorno, a due diversi ragazzi in carrozzina. Entrambi sono rimasti intrappolati in metro per colpa di ascensori e montascale fuori uso

Martedì 3 settembre è stato un giorno come tanti per molti di noi, ma non per Matteo Chittaro e Luca Bruzzese, due ragazzi disabili che, per pura fatalità, hanno fatto i conti nello stesso giorno con i disservizi dei trasporti pubblici di Roma. Ma andiamo per gradi. 

Il 21enne Matteo, quel maledetto martedì doveva sostenere un esame di spagnolo, ma a causa di una serie di guasti agli ascensori di tre stazioni, è rimasto letteralmente intrappolato nella Metro B della Capitale, non riuscendo a sostenere quel test per cui si era preparato. La sua storia è diventata virale sui social network, arrivando anche alle orecchie di Luca Pietromarchi, rettore dell'Università di RomaTre che, per fortuna, ha dato il permesso al giovane di sostenere l'esame: "Lo consideriamo un atto dovuto. Come Ateneo ci impegniamo a garantire il pieno rispetto del diritto allo studio degli studenti con disabilità, a cui dedichiamo massima attenzione".

Matteo ha raccontato la sua storia a Lorenzo Nicolini di RomaToday, lanciando anche un appello al sindaco Virginia Raggi: "La situazione di ascensori e montascale nella stazioni deve migliorare. Così come quella dei marciapiedi, bisogna rifarli, così come dovrebbero essere manutenuti gli scivoli di accesso agli stessi".

A vivere un'esperienza simile, sempre martedì scorso, è stato Luca Bruzzese, un ragazzo di Torrenova, che mentre  viaggiava in direzione Pantano, è rimasto bloccato sulla banchina della stazione Torrenova della Metro C: l'ascensore era fuori uso e per lui e la sua carrozzina non c'era molta scelta se non quella di contare sulle braccia forti di gente di passaggio. 

"Quando trovo un ascensore guasto – ha raccontato Luca a RomaToday - Riprendo la metro e scendo alla prossima stazione, sperando di avere più fortuna ma ci sono stazioni impossibili da raggiungere, come Torre Gaia dove entrambi gli ascensori sono guasti da quattro mesi".  

Atac sui due episodi non si è espressa, se non attraverso il proprio sito dove si legge: "Attivi 90 per cento impianti montascale, ascensori e scale mobili sui totali". L'elenco dei disservizi, però, è lungo. 

Fonte: RomaToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma non è una città per disabili: le storie di Luca e Matteo, rimasti “prigionieri” in metropolitana

Today è in caricamento