rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021

Sempre più disoccupati tra i giovani italiani: è allarme sociale

I disoccupati di età compresa tra i 15 e i 24 anni sono aumentati del 7,8% in quattro anni

La crisi economica ha conseguenze sempre più drammatiche per i giovani.
Secondo quanto rivelato dall'ultimo Rapporto Istat sul lavoro, nel quadriennio 2008-2012 i disoccupati di età compresa tra i 15 e i 24 anni sono aumentati del 7,8%.

Aumenta anche il numero dei giovani che non lavorano e non studiano, che hanno raggiunto la soglia del 22,7%, il 3,4% in più rispetto al 2008.

Anche chi un lavoro ce l'ha subisce le conseguenze della crisi: il 20% in più dei dipendenti è passato, costretto dalla difficile congiuntura economica, a passare da un lavoro a tempo pieno a uno part time.

La situazione è difficile però non solo per i giovani: la Banca d'Italia fa sapere che i redditi degli operai nel periodo della crisi sono scesi dell'8,5% al pari di quello delle famiglie di dirigenti, che tra il 2006 e il 2010 hanno visto calare le entrate del 13,1%, e dei lavoratori autonomi che hanno registrato una riduzione del 9%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sempre più disoccupati tra i giovani italiani: è allarme sociale

Today è in caricamento