rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Numero sconosciuto / Stati Uniti d'America

L'escursionista disperso che non risponde ai soccorritori: "Pensavo fosse un call center"

È successo sulle montagne del Colorado: dopo diverse ore di ricerche infruttuose i soccorritori hanno scoperto che l'uomo era tornato al suo alloggio

Si è perso per 24 ore durante un'escursione in montagna e ha ignorato le telefonate dei soccorsi perchè ''provenivano da un numero sconosciuto''. Una storia al limite del paradossale che arriva dal Colorado, negli Stati Uniti: un'escursionista si è smarrito su una delle montane più alte della zona. Come raccontato dal Guardian, dopo la segnalazione le squadre di soccorso hanno iniziato a chiamare con insistenza l'uomo, che invece era convinto che le chiamate provenissero da un call center, come confermato da un comunicato di un'agenzia locale: ''I ripetuti tentativi di contattare l'uomo tramite chiamate, sms e messaggi in segreteria «sono stati ignorati''.

Intorno alle 22 una squadra composta da cinque soccorritori è partito alla volta del monte Elbert per cercare l'uomo, tornando qualche ora dopo senza essere riusciti a trovare il disperso. Alle 7 del mattino seguente una seconda squadra è tornata sul posto, scoprendo che l'uomo era tornato al suo alloggio. Il protagonista della vicenda ha raccontato alle autorità di aver vagato tra diversi sentieri prima di ritrovare la strada giusta per tornare alla sua auto, dopo circa 24 ore dall'inizio dell'escursione. L'uomo non pensava che qualcuno lo stesse cercando, per questo motivo era convinto che le chiamate che arrivavano con un numero sconosciuto fossero di un call center. 

Fonte: Guardian →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'escursionista disperso che non risponde ai soccorritori: "Pensavo fosse un call center"

Today è in caricamento