Venerdì, 22 Ottobre 2021
Il caso / Regno Unito

Il lockdown fa scoppiare le coppie: boom di divorzi e separazioni

L'allarme lanciato dal Regno Unito. Una coppia su quattro ha subito forti pressioni dallo stare insieme chiusi in casa. Problema smart working

Sono tante, troppe le coppie che hanno subito il lockdwon. L'isolamento in casa con il proprio partner ha deteriorato la loro relazione o forse ha acuito vecchi problemi mai risolti fino a portare la coppia alla separazione. È boom di divorzi in tutto il mondo in tempo di pandemia. Il Coronavirus ha messo a nudo fragilità emotive che mai avremmo pensato di avere e che invece sono esplose mandando all'aria anni di relazioni. L'allarme arriva da ogni parte del pianeta. Sono centinaia le storie di persone che hanno lasciato il proprio partner o sono intenzionate a farlo. Da chi ha scoperto relazioni clandestine del proprio partner a semplicemente chi si è accorto di non amarlo più, la Covid ha avuto effetti drammatici anche sulle relazioni.

Testimonianze da tutto il mondo 

Testimonianze arrivano da ogni parte del mondo, dal sud America all'Africa passando per i paesi occidentali. I dati delle consulenze per terapie di coppia sono cresciute a dismisura. “Di solito la maggior parte dei miei clienti sono singoli individui, afferma la dottoressa Rebecca Pender Baum, presidente dell'Associazione internazionale dei consiglieri matrimoniali e familiari. “Dall'inizio del blocco c'è stato un notevole cambiamento, la maggior parte delle richieste sono state effettuate da coppie”. Stessa rilevazione è stata fatta dalla psicoterapeuta in Florida Marni Feuerman che ha detto che dopo un primo calo nelle prime settimane di isolamento, anche lei ha visto una marea di richieste da parte delle coppie. Uno dei problemi più difficili da risolvere è l'organizzazione dello smart working.

Lo smart working

“La cosa più importante che sento riguarda le coppie che litigano sulla nuova divisione del lavoro in casa. Le persone che cercano di lavorare e anche di prendersi cura dei bambini. Tutto è stato gettato nel caos”. Secondo un sondaggio di aprile della Relate, una no-profit britannica, il 25% delle persone intervistate ha confessato che il lockdown ha provocato una pressione ancora più forte sulla vita di coppia. Una sensazione fortemente avvertita dalle donne che in maggioranza hanno denunciato il fenomeno confessando che il proprio partner era sempre meno disponibile e più irritante e nervoso. Un ulteriore sondaggio condotto dall'ente di beneficenza a luglio ha rilevato che l'8% delle persone ha affermato che il blocco li aveva fatti capire che dovevano porre fine alla loro relazione, ma il 43% ha anche affermato che il blocco li aveva avvicinati.

Un trauma collettivo 

Secondo gli esperti si tratta di un vero e proprio trauma collettivo. Secondo ll dottor Feuerman, in molti casi il blocco ha amplificato la dinamica esistente in una relazione. “La pandemia ha causato stress a tutti. C'è un trauma collettivo. Ma le coppie che erano forti prima sono ancora più forti. Sapevano già come usare la loro relazione come risorsa in un momento di stress. Le coppie che sono state più colpite sono quelle in cui c'erano problemi prima che iniziasse il lockdown”.

Fonte: BBC News →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lockdown fa scoppiare le coppie: boom di divorzi e separazioni

Today è in caricamento