rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023

"Ho dovuto divorziare per colpa di Uber": imprenditore chiede 45 milioni di risarcimento

Senza saperlo, l'imprenditore che vive sulla Costa azzurra avrebbe messo nelle mani della consorte gli indizi delle sue scappatelle extraconiugali: colpa delle notifiche di Uber

Il suo divorzio? Tutta colpa di Uber. O almeno, così la pensa un signore francese che ora vuole essere "risarcito" a dovere.

Se il servizio di notifica Uber avesse funzionato a dovere, lui, forse, non si ritroverebbe ora con un divorzio milionario da gestire: con questa tesi un businessman francese ha citato in giudizio il servizio di trasporto privato tramite applicazione, reclamando 45 milioni di euro in indennizzi.

Senza saperlo, l'imprenditore che vive sulla Costa azzurra avrebbe messo nelle mani della consorte gli indizi delle sue scappatelle extraconiugali. E' stato lui, infatti, a prendere in prestito dalla moglie il suo Iphone per chiamare una vettura Uber, identificandosi con il suo account. E un defaillance tecnica del servizio prenotazioni ha scatenato i sospetti della donna. Anche con l'app chiusa e a telefono spento, infatti, Uber ha continuato a inviare notifiche sugli spostamenti effettuati dall'uomo. Che ora vuole essere risarcito.

Contattato da Le Figaro, Uber France non ha voluto commentare la vicenda. "Uber non commenta pubblicamente i casi individuali, e questo in particolare riguarda una procedura di divorzio tra due sposi", è stata la risposta della filiale francese della società americana.

Fonte: Le Figaro →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho dovuto divorziare per colpa di Uber": imprenditore chiede 45 milioni di risarcimento

Today è in caricamento