Mercoledì, 29 Settembre 2021

Docce per senzatetto in piazza San Pietro: è la Chiesa di Papa Francesco

Tutto nasce dalle parole di Franco, un clochard sardo che qualche settimana fa, al vescovo che lo invitava a cena per festeggiare il compleanno, rispondeva così: "Padre, non posso venire con te al ristorante, perché puzzo..."

Konrad Krajewski, l’elemosiniere di Papa Francesco, le ha volute fortemente.

A breve saranno a disposizione dei senzatetto della Capitale tre docce all’interno dei bagni per i pellegrini sotto il colonnato di San Pietro.

Tutto nasce dalle parole di Franco, un clochard sardo che qualche settimana fa, al vescovo che lo invitava a cena per festeggiare il compleanno, rispondeva così: "Padre, non posso venire con te al ristorante, perché puzzo.... Qui nessuno muore di fame, un panino si rimedia ogni giorno. Ma non ci sono posti dove andare in bagno e dove lavarsi".  

La Stampa, in un articolo di Andrea Tornielli, dedica oggi ampio spazio a questa storia.

Tra quattro giorni iniziano i lavori per le docce. I tanti senzatetto che vivono nei pressi di San Pietro potranno lavarsi sotto le finestre del palazzo apostolico.

E su invito dell’elemosiniere del Papa, già una decina di parrocchie romane nei quartieri più frequentati dai clochard hanno realizzato delle docce da mettere a loro disposizione.  

E' una figura nota e amata dai clochard Monsignor Krajewski, per tutti «don Corrado», l'uomo che da anni porta viveri e aiuti a chi vive accampato per la strada. Papa Francesco lo stima enormemente, l'ha nominato vescovo e gli ha affidato l’Elemosineria: porta piccoli aiuti economici a chi è in difficoltà.   Monsignor Krajewski ricorda bene l'incontro con Franco un mesetto fa:

«Ero appena uscito dalla chiesa di Santo Spirito, dove vado a confessare. In via della Conciliazione ho incontrato Franco, un senza tetto. Mi ha detto che proprio quel giorno compiva cinquant’anni e che da dieci vive per strada». Il vescovo lo invita a cena, al ristorante. Si sente rispondere: «Ma io puzzo...». «L’ho portato lo stesso con me. Siamo andati a mangiare cinese. Mentre eravamo a tavola, mi ha spiegato che a Roma qualcosa da mangiare si trova sempre. Quello che manca sono i posti dove lavarsi».

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Docce per senzatetto in piazza San Pietro: è la Chiesa di Papa Francesco

Today è in caricamento