Giovedì, 4 Marzo 2021

È la donna più vecchia del mondo: "Mai un giorno felice in 129 anni"

In tutto e per tutto autonoma e lucidissima, la cecena Koku Istambulova avrebbe preferito "morire da giovane" e considera la sua vita una "punizione divina"

Foto THE SUN / EAST2WEST NEWS

Koku Istambulova vive in Cecenia e avrebbe 129 anni: è la donna più vecchia del mondo. In tutto e per tutto autonoma e lucidissima, avrebbe preferito "morire da giovane" dice, e considera la sua vita una "punizione divina". E' sopravvissuta a tre guerre e due deportazioni. Racconta di non essere stata felice mai, nemmeno per un giorno, nel corso dei suoi 129 anni trascorsi su questo pianeta.

I documenti del governo russo confermano la sua data di nascita: 1 giugno 1889. Va però segnalato che durante la seconda guerra cecena Koku ha smarrito tutti i suoi documenti originali. L'anziana era una giovane donna al tempo della Rivoluzione russa del 1917 e aveva 55 anni quando la Seconda Guerra Mondiale terminò: una vita davvero infinita.

Troppo lunga, secondo Koku: tanti lutti, tante rinunce, tanti sacrifici. Ha perso un figlio piccolo, è stata deportata in Kazakistan ("Lì ci odiavano"). Ha sempre lavorato, senza fermarsi mai. A chi le chiede il segreto della sua longevità risponde così: "Non ho scelto io, ha scelto Dio. Non ho avuto un solo giorno di felicità, la vita per me è una punizione divina".

"C'è chi fa di tutto per stare in forma e vivere bene - aggiunge -  Io non ho fatto nulla, tranne mangiare poco quello che non mi piace, la carne, e mangiare tanto ciò che adoro, il latte fermentato”. Tra due settimane spegnerà 129 candeline. Auguri. Sulle montagne del Caucaso gli ultracentenari non sono rari.

Fonte: The Sun →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È la donna più vecchia del mondo: "Mai un giorno felice in 129 anni"

Today è in caricamento