rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024

"Draghi indisponibile a fare il premier": l'ipotesi governo istituzionale sfuma sul nascere

Mario Draghi è indisponibile a guidare un "governo istituzionale", a lasciare il suo prestigioso incarico per provare a portare l'Italia fuori dalle secche della crisi: lo scrive il Giornale

Il presidente della Bce Mario Draghi è indisponibile a guidare un "governo istituzionale", a lasciare il suo prestigioso incarico per provare a portare l'Italia fuori dalle secche della crisi. E' quel che scrive oggi il Giornale. 

Basta "qualche telefonata nel giro degli industriali e dei banchieri che contano", si legge sul quotidiano di proprietà della famiglia Berlusconi - per avere la conferma che Draghi "sarebbe più che mai il candidato ideale non solo alla guida di un governo tecnico, ma anche come terzo uomo «super partes» nel caso che Salvini e Di Maio facessero davvero un passo indietro da candidati premier".

L'ex governatore di Bankitalia a livello europeo verrebbe considerato "una grande certezza per il nostro futuro". Un futuro di Draghi nella politica italiana non lo esclude quasi nessuno, ma non è questo il momento.

Il numero uno della Bce ha, però, ancora un anno e mezzo, fino al 31 ottobre 2019, con molti problemi sul tappeto, prima di completare il suo mandato a Francoforte e, a coloro che gli stanno facendo presente la situazione del Paese d'origine, è costretto ad allargare le braccia.

Fonte: Il Giornale →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Draghi indisponibile a fare il premier": l'ipotesi governo istituzionale sfuma sul nascere

Today è in caricamento