rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
I risultati del voto

"Draghi ha vinto ed è più in sella che mai": così all'estero 'leggono' i ballottaggi

"Il premier dovrebbe unire nelle sue mani anche la carica di presidente della Repubblica"

Mario Draghi è "saldamente in sella" alla guida del governo italiano e tiene insieme l'ampia coalizione che sostiene l'esecutivo "con abilità politica e redini sicure". All'indomani dei ballottaggi, il quotidiano tedesco 'Frankfurter Allgemeine Zeitung' incorona il premier e la sua gestione politica, dichiarandolo "vincitore indiretto" e augurandosi addirittura (ma la nostra Costituzione lo vieta) che possa unire nelle sue mani la carica di primo ministro e presidente della Repubblica. Ricordando come l'alleanza di governo possa contare su "ben quattro quinti dei voti in ciascuna delle due Camere del Parlamento" e, secondo gli ultimi sondaggi, sul gradimento di "oltre due terzi degli italiani", il quotidiano si lancia in una previsione: l'ex presidente della Bce - sostiene - dovrebbe così sopravvivere "bene" al "mese della crisi", ottobre. Mese, per inciso, in cui il governo presenta la legge di bilancio alle Camere.

Il Green pass imposto a tutti i lavoratori è stato "un salto quantico" nell'azione di contrasto alla pandemia di coronavirus, "che nessun altro Paese occidentale ha compiuto", suggerisce il quotidiano. "In generale Draghi è rimasto fedele alla 'linea dura' che segue da quando si è insediato il 13 febbraio, secondo la quale solo la vaccinazione 'apre la strada alla libertà e alla sicurezza' per tutti", aggiunge la Faz. E "il governo continua a puntare a vaccinare completamente il 90% della popolazione di età superiore ai dodici anni entro l'inizio dell'inverno".

Quanto alle ultime elezioni comunali, la Faz ricorda che "Draghi è apartitico", ma "i socialdemocratici gli sono politicamente più vicini, e sono i sostenitori più determinati del suo lavoro di governo" e "Draghi può quindi sentirsi personalmente il vincitore delle prime elezioni da quando si è insediato". Tuttavia, commenta il quotidiano, "c'è un'ombra di incertezza sul mandato di Draghi al governo". "A febbraio, dopo sette anni, scade il mandato del presidente Sergio Mattarella, e l'ottantenne presidente ha fatto sapere di non volere una proroga limitata e non certo un secondo mandato completo", si legge. "Non è chiaro se lo stesso Draghi si trasferirà al palazzo presidenziale come successore di Mattarella o resterà primo ministro fino alla fine della legislatura nella primavera del 2023 e manterrà così gli attuali poteri di governo". Secondo la Faz, la "migliore garanzia di stabilità politica per l'Italia" sarebbe che a Draghi fossero affidati entrambi gli incarichi. Ma il presidente del Consiglio "può assumerne soltanto uno", conclude il giornale.

Fonte: Frankfurter Allgemeine Zeitung →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Draghi ha vinto ed è più in sella che mai": così all'estero 'leggono' i ballottaggi

Today è in caricamento