Lunedì, 1 Marzo 2021
Il consiglio / Stati Uniti d'America

“Due mascherine per il viso sono meglio di una”: il consiglio di Anthony Fauci

L'immunologo in chief della Casa Bianca ha parlato dell'utilizzo del dispositivo di protezione, sostenendo che sia meglio averne due. Il tema è ancora al centro del dibattito oltreoceano

“Two is meglio che one” recitava, in un inglese maccheronico, una vecchia pubblicità degli anni '90. Questo vecchio adagio diventato un cult in Italia adesso ha però una corrispondenza scientifica rispetto a uno degli argomenti più dibattuti nell'ultimo anno di pandemia: l'utilizzo della mascherina. Sin dal primo momento si è provato a capire il reale impatto che questo presidio sanitario poteva avere nella lotta alla Covid. Dallo scetticismo dei primi mesi all'assoluto obbligo dei mesi successivi, la storia della mascherina ha subito vari cambiamenti di opinione.

Le parole di Fauci 

L'ultima in ordine di tempo arriva da Anthony Fauci. Si tratta dello specialista americano scelto dall'ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, per guidare la task force per combattere la pandemia. Il super-consulente statunitense ha detto la sua ieri spiegando perché secondo lui è meglio utilizzarne addirittura due contemporaneamente, l'una sull'altra. Intervistato nel corso di un programma televisivo ha spiegato: “Se hai una copertura fisica con uno strato, ne metti un altro, è semplicemente logico che probabilmente sarà più efficace” ha detto l'esperto nel corso della trasmissione “Today”. Effettivamente la sua è una deduzione logica che però potrebbe costringere le persone a utilizzare un numero ingestibile di mascherine.

La funzione delle mascherine 

Fauci ha ripetuto ancora una volta che tipo di funzione hanno le mascherine. Dal suo punto di vista riescono a proteggere sia chi ci sta di fronte, evitando che le goccioline di saliva, e quindi potenzialmente il virus, si diffondano, sia chi le indossa proteggendolo dal potenziale arrivo di goccioline. Le parole di Fauci, che in Italia possono sembrare scontate e “datate” rispetto all'evoluzione della pandemia, in realtà negli Stati Uniti sono assolutamente d'attualità visto che l'utilizzo del presidio sanitario non è così scontato. Senza considerare che il popolo americano è attualmente quello maggiormente colpito dalla pandemia anche a causa di un'iniziale sottovalutazione a livello governativo. Proprio lo stesso Fauci è stato più volte al centro di duri scontri con l'ex presidente Trump e il nuovo inquilino della Casa Bianca, Joe Biden, ha subito annunciato di voler correre ai ripari rispetto all'assenza di un vero e proprio piano di lotta al virus mai predisposto dal suo predecessore.

L'opinione di altri esperti 

Fauci non è l'unico esperto a essersi espresso rispetto all'utilizzo delle mascherine. C'è chi per esempio consiglia di utilizzare sempre una doppia mascherina, magari una chirurgica sotto a quella in tessuto molto diffusa. In realtà c'è molta preoccupazione rispetto alla reale capacità di filtraggio che hanno le mascherine in tessuto. A testimoniarlo è stato anche il dottor Martin Cohen, del Dipartimento di scienze ambientali e della salute sul lavoro dell'Università di Washington, che in precedenza aveva dichiarato al Post: “Se la tua prima linea di protezione non è significativa, come una sciarpa, puoi metterla su un altro strato. Ovviamente, più strati hai di fibre tra la bocca di una persona e quella dell'altra, c'è meno rischio di diffondere l'infezione - ha detto Mohan -. L'idea è che dovrebbe essere aderente senza metterti a disagio”. I Centers for Disease Control and Prevention infine raccomandano attualmente che le persone indossino maschere con “due o più strati di tessuto lavabile e traspirante”.

Fonte: New York Post →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Due mascherine per il viso sono meglio di una”: il consiglio di Anthony Fauci

Today è in caricamento