Giovedì, 29 Luglio 2021

A quattro mesi dal voto: "La casta non ha vinto, ha stravinto"

Dopo il voto di 4 mesi fa, con il trionfo del Movimento Cinque Stelle e l'astensionismo record, la "casta" sembrava soccombere. Il direttore del Fatto, Antonio Padellaro, dice la sua

Il direttore del Fatto, Antonio Padellaro, spiega in un un lungo editoriale oggi sul suo quotidiano perché la "casta" è più salda che mai al potere.

Il titolo stesso dell'articolo è molto chiaro: "Ha stravinto la casta".

Padellaro racconta come in questi giorni di inizio estate i ristoranti del centro di Roma siano circondati dalle auto blu.

Per ore dietro i vetri scuri sonnecchiano incazzati gli autisti, in attesa di scarrozzare verso casa vassalli, valvassori e valvassini, finalmente satolli.

La notizia, secondo Padellaro, è che mai e poi mai  nulla cambierà. Dopo il voto di 4 mesi fa, con il trionfo del Movimento Cinque Stelle e l'astensionismo record, la Casta sembrava soccombere. Ma da allora c'è stata solo qualche limatura a stipendi e prebende e nei bilanci dei vari Palazzi sono state abolite alcune voci di spesa. Il resto, scrive Padllaro, sono state solo chiacchiere.

"La crisi si sta mangiando questo paese - continua Padellaro - ma continuiamo a foraggiare i parlamentari e i manager pubblici più pagati d’Europa."

Auto blu, altro che tagli: nuovi bandi per 213 milioni di euro

Le famose province sopravvivono benone a tutti i governi che dal secolo scorso ne annunciano regolarmente l’immediata abolizione: 107 enti dichiarati inutili che continuano a succhiare 12 miliardi l’anno. Per non parlare dei soldi ai partiti di cui il governo Letta aveva strombazzato la drastica riduzione: bene che vada, i 91 miliardi attuali diventeranno un’ottantina ma chissà quando

Fonte: Il Fatto Quotidiano →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A quattro mesi dal voto: "La casta non ha vinto, ha stravinto"

Today è in caricamento