rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024

Egitto, operazioni senza anestesia per i manifestanti feriti: ordini dell'esercito

I risultari della speciale commissione istituita dal presidente egiziano Mohammed Morsi anticipati dal Guardian

L'esercito egiziano avrebbe dato ordine ai medici di operare senza anestesia alcuni manifestanti rimasti feriti nel corso delle manifestazioni di protesta contro Mubarak, durante la primavera araba del 2011. Lo scrive oggi il quotidiano britannico The Guardian, citando il rapporto, ancora riservato, della speciale commissione istituita dal presidente egiziano Mohammed Morsi.

Questo rapporto, che contiene le testimonianze su arresti, torture ed esecuzioni sommarie compiute dalla polizia e dall'esercito a partire da marzo 2011, riferisce anche di aggressioni perpetrate ai danni dei manifestanti anche all'interno dell'ospedale militare Kobri el-Qoba del Cairo nel maggio 2012.


"L'esercito ha sempre detto di aver preso le parti dei manifestanti e di non aver mai sparato un colpo contro di loro", ha commentato Heba Morayef, direttore dell'ufficio egiziano di Human Rights Watch. "Questo rapporto contiene per la prima volta delle prove ufficiali che l'esercito è stato responsabile di torture, omicidi e sequestri".

Fonte: Guardian →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Egitto, operazioni senza anestesia per i manifestanti feriti: ordini dell'esercito

Today è in caricamento