Venerdì, 18 Giugno 2021

Via la data di scadenza da pasta, riso e caffè: "Così si riducono gli sprechi"

L'Unione europea è intenzionata a eliminare la data di scadenza per prodotti come pasta, riso e caffé. Lo scopo è quello di ridurre gli sprechi, scrive il Corriere

La decisione è attesa per oggi, ma la strada sembra segnata. L'Unione europea è intenzionata a eliminare la data di scadenza per prodotti come pasta, riso e caffé.

Lo scopo è quello di ridurre gli sprechi, che son imponenti se pensiamo che in base alle ultime statistiche ogni famiglia italiana butta nella spazzatura cibi scaduti per 515 euro l’anno. Tutta "colpa" della dicitura "da consumarsi preferibilmente entro...", che è solo indicativa sui pacchi di pasta, riso, tè, caffè, formaggio duro.

Solo inglese e svedesi sono più "spreconi" di noi italiani. Molte volte però i cibi vengono buttati via a causa dell’insicurezza del consumatore e non perché siano effettivamente andati a male. Si confonde il termine minimo di conservazione indicato sull’etichetta, con la data di scadenza.

Scrive il Corriere della Sera:

Una soluzione potrebbe arrivare adesso da un nuovo piano della Ue. Secondo le carte del Consiglio per la seduta dei ministri dell’Agricoltura diversi stati membri (in prima fila ci sono Olanda e Svezia) starebbero spingendo per ampliare l’elenco dei prodotti alimentari il cui termine minimo di conservazione non dev’essere specificato in base al diritto comunitario. In concreto: la dicitura «da consumarsi preferibilmente entro» potrebbe presto sparire dalle confezioni di pasta, riso, tè, caffè, formaggio duro. Già oggi non è obbligatorio per prodotti quali zucchero, sale o aceto. Le organizzazioni ambientaliste, tra queste Greenpeace, chiedono da anni che la lista venga ampliata.

E' bene sapere infatti che per alcuni alimenti come riso, pasta secca, conserve il termine minimo di scadenza può essere superato anche di mesi e mesi.

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via la data di scadenza da pasta, riso e caffè: "Così si riducono gli sprechi"

Today è in caricamento