rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Elsa Fornero dà "7" alla sua riforma del lavoro

Alcuni mi chiedono se la rifarei ancora così e io dico di sì se rivivessi ancora quelle circostanze ovvero quei vincoli di risorse che c'erano e quei vincoli politici-istituzionali", ha detto la Fornero

"Questa riforma del lavoro tutti la criticano, ma io credo che sia una riforma buona, mi darei un sette, che, ragionando in trentesimi come sono abituata sarebbe un 22-23". E' quanto ha affermato il ministro del Lavoro uscente, Elsa Fornero, durante il suo intervento a un convegno organizzato dall'Aifi in cui ha ripercorso i suoi mesi di governo.

"Alcuni mi chiedono se la rifarei ancora così e io dico di sì se rivivessi ancora quelle circostanze ovvero quei vincoli di risorse che c'erano e quei vincoli politici-istituzionali", ha aggiunto la Fornero. "E dico questo rispetto a un certo semplicismo di analisi e di proposte sul lavoro che ho visto non solo in campagna elettorale ma anche nelle proposte post campagna elettorale", ha detto.

"Mi sono mancati sei miliardi per ridurre il costo del lavoro in questa fase - ha voluto sottolineare il ministro - quelle risorse sarebbero state fondamentali per ridurre in questa fase di grave recessione il costo del lavoro che è un forte problema per le imprese". La Fornero ha ricordato come nel frattempo al suo collega francese siano stati forniti 10 miliardi strutturali.

"Quelle risorse sarebbero state da abbinare alle nuove regole perché - ha concluso - la nostra riforma è stata sostanzialmente una riforma delle regole del mercato del lavoro, dove le parole chiave sono state inclusione e dinamismo, obiettivi non certo di breve termine".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elsa Fornero dà "7" alla sua riforma del lavoro

Today è in caricamento