Domenica, 29 Novembre 2020

Enrico Montesano: "Le mascherine fanno male"

No, non è vero: autorevoli studi scientifici smentiscono le tesi dell'attore sull'anidride carbonica. Eppure lui insiste

La Stampa pubblica oggi una tumultuosa intervista a Enrico Montesano, che aderirà (ma non parteciperà) alla manifestazione dei negazionisti del coronavirus in programma per sabato a Roma. Lui però specifica di non essere un negazionista: "Al contrario. Io credo nel Coronavirus, credo che bisogna mantenere una giusta distanza dal nostro vicino perché alitare addosso alle persone è scorretto sotto tutti i punti di vista". 

Tuttavia, sostiene Montesano, le mascherine sono dannose, anche se non sempre: "Credo che le mascherine vadano portate nei luoghi chiusi, ma all’aperto non credo che ci proteggano dalle polveri sottili, dalle polveri d’amianto e dunque anche dal virus. Attraverso i tessuti passa tutto. Le mascherine sicure al 100% non ci farebbero neppure respirare. In compenso quelle correnti ci fanno respirare la nostra anidride carbonica. In aggiunta alle polveri dell’aria inquinata. Ma perché se vado da solo in riva al mare, o in un parco, mi devo mettere la mascherina? È inutile e dannosa per i miei polmoni». 

Ma questa storia dell'anidride carbonica è stata già smentita, come ha spiegato Michael Campos, esperto del Miami Veterans Administration Medical Center e dell'università di Miami, che ha realizzato uno studio pubblicato su 'Annals of the American Thoracic Society'. La conclusione a cui è giunto lo studio è abbastanza chiara: "Anche in pazienti con malattie polmonari" è "improbabile" che i dispositivi di protezione causino una sovraesposizione alla CO2. Un dato che rassicura milioni di persone alle prese con l'obbligo di indossarle. Durante la pandemia di Covid-19, osservano gli esperti, l'utilizzo della protezione facciale è diventato un problema altamente politico, come mostrano anche le polemiche che si sono riaccese dopo la notizia della positività al coronavirus Sars-CoV-2 del presidente Usa Donald Trump, per via di alcuni video e foto che lo hanno più volte immortalato a contatto con altre persone sprovvisto di protezione.

Campania e Lombardia nell'incubo: i pericoli per il Lazio

"Alcune persone affermano falsamente che indossare mascherine possa mettere a rischio la salute delle persone. Lo studio mostra il contrario", evidenziano gli autori che hanno valutato eventuali problemi con lo scambio di gas, cioè eventuali cambiamenti nel livello di ossigeno o di anidride carbonica, sia in individui sani che in pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), persone queste ultime che "devono lavorare di più per respirare, il che può portare a mancanza di respiro". "Noi abbiamo dimostrato che gli effetti sono minimi anche in pazienti con insufficienza polmonare molto grave", dice Campos.

Le persone arruolate sono state esaminate prima e durante l'utilizzo di mascherine chirurgiche. I risultati, ribadiscono gli esperti, "contraddicono le affermazioni che collegano l'uso di mascherine", accusate di intrappolare CO2, "all'avvelenamento da anidride carbonica". Per quanto riguarda la sensazione di mancanza di respiro che alcune persone sane possono provare, Campos spiega che "la dispnea, la sensazione di mancanza di respiro, avvertita con le mascherine da alcuni non è sinonimo di alterazioni nello scambio di gas. Probabilmente si verifica per la limitazione del flusso d'aria con la mascherina, in particolare quando è necessaria una maggiore ventilazione, quindi sotto sforzo". Per esempio, dicono gli autori, se si sta camminando a passo svelto su un pendio, si potrebbe provare una sensazione di affanno. Sensazione che può aumentare se si indossa una mascherina troppo stretta. La soluzione è semplicemente rallentare o scostare la mascherina se ci si trova a distanza di sicurezza dalle altre persone.

Fonte: La Stampa →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico Montesano: "Le mascherine fanno male"

Today è in caricamento