Lunedì, 21 Giugno 2021

"Un milione di nuovi posti di lavoro", che figuraccia del ministero: i dati sono sbagliati

L'attento lavoro di Marta Fana già ieri era circolato sui social network. Oggi il manifesto vi dedica ampio spazio

Nella foto, il ministro Poletti

L'attento lavoro di Marta Fana già ieri era circolato sui social network. Oggi il manifesto vi dedica ampio spazio.

Il Ministero del Lavoro si è sbagliato, si era incredibilmente sbagliato, facendo lievitare di 1.195.681 il numero di contratti avviati al netto delle cessazioni tra gennaio e luglio di quest’anno. 

"Incompetenza, propaganda o disonestà?", si chiedono in tanti. Fatto sta che è davvero un errore clamoroso, difficile da giustificare come svista nei calcoli data la sua entità e che lo staff di Poletti corregge solo nel pomeriggio di ieri, eliminando dal sito le informazioni errate, così come se nulla fosse, senza nemmeno scusarsi. Anzi...

Prima di ammettere l'errore dal ministero rilasciavano una dichiara­zione su Repubblica in cui l’errore di comprensione e elaborazione dei dati era a carico degli stessi giornalisti che chiedevano un chiarimento. Incredibile, ma è successo davvero.

Ripercorriamo la vicenda: ad alcuni giornalisti sembra subito lampante la discrepanza dei dati pubblicati nella tabella riepilogativa del Ministero e quelli che era possibile ricostruire partendo dalle varie singole note mensili.

La notizia quindi sta nell’errore considerevole commesso dallo staff del Ministero del Lavoro pubbli­cando una tabella completa­mente errata. Distrazioni ed errori di calcolo sono possibili, ma è inammissibile che un ufficio statistico non controlli prima di dare notizie in pasto alla stampa.

Fonte: Il Manifesto →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un milione di nuovi posti di lavoro", che figuraccia del ministero: i dati sono sbagliati

Today è in caricamento