rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022

Se l'etilometro è sporco la multa deve essere annullata: raffica di ricorsi

Come scrive oggi il Gazzettino, il giudice Marco Biagetti ha annullato la maxi multa inflitta con decreto penale e ha assolto un imprenditore

L'etilometro trappola è stato “condannato” di nuovo, e quindi altri ricorsi in agguato. Nel giro di qualche settimana sono stati annullati i decreti penali di condanna inflitti a due imprenditori. Per il giudice l'apparecchio dei vigili non era a norma, non era provvisto dell'apposito sistema di lavaggio.

Come scrive oggi il Gazzettino, il giudice Marco Biagetti ha annullato la maxi multa inflitta con decreto penale e ha assolto un imprenditore 40enne di Valdobbiadene.

Analoga sentenza pochi giorni fa dal giudice Leonardo Bianco e che potrebbe aprire una miriade di nuovi ricorsi e di revisioni di processi con condanne già passate in giudicato.

È infatti la seconda che, sulla base della relazione del perito della difesa Giorgio Marcon, poi confermata dall’esperto super partes Amedeo Torzo (nominato dal giudice) ritiene che l'etilometro utilizzato dalla polizia locale di Valdobbiadene sia stato utilizzato violando le regole dettate dalla legge.

I fatti risalgono al giugno 2012, l'uomo venne fermato dai Carabinieri di Valdobbiadene (Treviso) mentre era al volante della sua Audi A8.

Risultò ubriaco marcio: l’alcoltest aveva restituito un valore superiore di 3 volte al limite previsto dalla legge, ragion per cui si era visto elevare una sanzione da 4.250 euro (più 7 mesi di sospensione della patente).

Ma l'uomo non aveva assunto alcolici, solo aveva utilizzato in precedenza del colluttorio. Proprio per questa sua sicurezza aveva deciso di presentare ricorso. I giudici ora gli hanno dato ragione. E molti altri automobilisti potrebbero decidero di fare ricorso.

Fonte: Il Gazzettino →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se l'etilometro è sporco la multa deve essere annullata: raffica di ricorsi

Today è in caricamento