rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024

Ex premier ungherese inizia sciopero della fame contro riforma elettorale "liberticida"

Uno sciopero della fame "d'eccezione" contro la svolta autoritaria in Ungheria: l'ex primo ministro magiaro Ferenc Gyurcsany ha annunciato oggi d'aver dato inizio all'estrema forma di protesta contro la proposta del governo guidato da Viktor Orban di emendare la legge elettorale.

"La situazione è drammatica e richiede gesti politici drammatici in modo che gesti politici in modo che a masse silenziose di elettori non venga impedito il diritto di voto per la loro apatia", ha affermato l'ex capo del governo di centrosinistra.

L'idea del governo di Orban
è di modificare la legge elettorale in maniera da prevedere una pre-registrazione al voto per gli elettori.
Secondo gli oppositori, questo provvedimento toglierebbe di fatto il diritto di voto a chi non si registrasse in tempo. "E' inaccettabile che qualcuno che possa decidere solo due giorni prima delle elezioni chi non possa votare". La nuova legge elettorale impedirebbe "a centinaia di migliaia, se non a milioni di persone, il diritto di votare", ha dichiarato l'ex premier.


L'esecutivo guidato da Orban, da quanto è arrivato al governo, ha già modificato la Costituzione. In materia elettorale ha già dimezzato il numero dei deputati, ha ridisegnato i collegi elettorali in maniera da avvantaggiare il partito di maggioranza e ha optato per il turno unico di voto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex premier ungherese inizia sciopero della fame contro riforma elettorale "liberticida"

Today è in caricamento