rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022

Fa credere alla famiglia di essere un agente segreto: fermato in birreria con la pistola, a casa un arsenale

Un 45 enne, celibe, disoccupato, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri in una birreria a Germagnano, nel torinese: aveva raccontato a tutti un mare di frottole

L'uomo ai carabinieri aveva raccontato di essere un ex militare delle forze speciali americane e un appartenente ai servizi di informazione italiani, la stessa cosa che aveva detto anche ai familiari. Tutto inventato di sana pianta.

Un 45 enne, celibe,  disoccupato, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri in una birreria a Germagnano, nel torinese, perché trovato in possesso di una pistola, di due caricatori e 12 proiettili. Nella sua abitazione  di Traves poi sono stati sequestrati altre armi (alcune pistole con relative munizioni, ci sono anche 16 katane, una balestra), un giubbotto antiproiettile, giacca uniforme  dell'esercito americano, una mimetica militare.

Adesso dovrà rispondere di porto abusivo armi e detenzione abusiva di  esplosivo, armi comuni da sparo e munizioni in concorso e denunciato e deferivano in stato libertà per interruzione di un servizio pubblico o di pubblica utilità, possesso di segni distintivi contraffatti e  procurato  allarme. Durante i controlli all'interno del bar ha  simulato un malore ed è stato accompagnato all'ospedale. Successivamente è  stato condotto in carcere.

Fonte: TorinoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa credere alla famiglia di essere un agente segreto: fermato in birreria con la pistola, a casa un arsenale

Today è in caricamento