Giovedì, 17 Giugno 2021

Autostrada infestata da fantasmi, casellanti hanno paura: "No al turno di notte"

I lavoratori sono terrorizzati, come conferma Gabriel Berardo, segretario locale del sindacato dei dipendenti autostradali argentini

Nessuno vuole più lavorare di notte al casello autostradale del piccolo centro di San Lorenzo, lungo l'autostrada che collega Santa Fe e Rosario in Argentina. I lavoratori sono terrorizzati, come conferma Gabriel Berardo, segretario locale del sindacato dei dipendenti autostradali argentini. Hanno paura dei fantasmi, i casellanti. E di altri fenomeni inspiegabili che accadono nella notte.

A raccontare che vicino a quel casello succede qualcosa di strano non sono solo i casellanti, ma anche gli automobilisti che transitano di lì. Uno di loro, che vuole restare anonimo, chiede: "In piena notte stavo guidando in quella zona quando improvvisamente ho visto nello specchietto retrovisore una persona che correva dietro l'auto e si avvicinava. Era impossibile,  stavo andando a più di 100 km all'ora. All'improvviso ho visto una luce che mi ha sorpassato fino a perdersi nella notte".

Dietro il casello c'è un bosco e, poco oltre un cimitero. Da quel bosco i casellanti sentono spesso rumori agghiaccianti, come catene che si trascinano, gemiti e lamenti.. Inoltre le porte del casello si chiudono da sole anche se i lavoratori le lasciano sempre aperte. Un altro automobilista racconta: "Stavo per arrivare al casello di San Lorenzo quando ho visto al centro della carreggiata una figura che si agitava, sembrava saltare e richiamare con le braccia la mia attenzione. Pensavo fosse qualcuno che aveva avuto un incidente. Così rallentai, e accostai. Una volta sceso dall'auto, non c'era nessuno, come un miraggio".

Fonte: SL24.com.ar →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrada infestata da fantasmi, casellanti hanno paura: "No al turno di notte"

Today è in caricamento