rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022

Fidel Castro a Usa e Israele: attacco a Iran sarebbe il più grande errore della loro storia

Il "lider maximo" ammonisce Israele e Usa: non attaccate l'Iran

L’Iran non possiede armi nucleari. Lo si accusa di produrre uranio arricchito, che serve come combustibile energetico e come componente di uso medico. Che si voglia o no, il suo possesso o produzione non è equivalente alla produzione di armi nucleari.

Decine di paesi utilizzano l’uranio arricchito come fonte d’energia, ma questa non si può usare nella confezione di un’arma nucleare senza un processo precedente e complesso di purificazione.

Inizia così la riflessione, pubblicata sul quotidiano cubano Granma, del "lider maximo" Fidel Castro riguardo alla crisi del nucleare iraniano. Che termina con questo monito ai governi israeliano e statunitense:

Come si può apprezzare, questi calcoli partono dalla supposizione che i combattenti iraniani, che sono milioni di uomini  e donne, noti per il loro fervore religioso e le loro tradizioni di lotta, si arrenderanno senza sparare un solo colpo.

Di recente gli iraniani hanno visto che i soldati che occupano l’Afganistan,  in appena tre settimane, hanno orinato su cadaveri di afgani assassinati, hanno bruciato i libri del Corano e assassinato 15 cittadini indifesi.

Immaginamo le forze degli Stati Uniti, che lanciano mostruose  bombe sulle istituzioni industriali, capaci di penetrare 60 metri di cemento armato.  Mai una simile avventura era stata concepita.

Non ci vogliono altre parole per comprendere la gravità d’una simile politica. Per questa via la nostra specie sarà condotta inesorabilmente verso il disastro.

Se non apprenderemo a comprendere,  non apprenderemo mai a sopravvivere.

Da parte mia non ho il minor dubbio che gli Stati Uniti stanno per commettere, e condurre il mondo, al maggiore errore della loro storia.

Fonte: Granma →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidel Castro a Usa e Israele: attacco a Iran sarebbe il più grande errore della loro storia

Today è in caricamento