La manifestazione No Mask nel negozio che impone la mascherina

In Florida un gruppo di manifestanti è entrato in un esercizio Target per mettere in scena una protesta

Sono entrati in un negozio Target e hanno messo in scena un vero e proprio flash mob contro l'uso della mascherina. I fatti si sono verificati in Florida dove alcuni manifestanti sono entrati nel negozio e hanno cominciato a esortare i clienti a togliersi la mascherina. Come hanno fatto loro cominciando a intonare degli slogan e bloccando l'attività all'interno del negozio. “Togliti la mascherina” era il loro appello all'interno del negozio a Ft. Lauderdale lo scorso martedì. La scena è stata ripresa da alcune persone che l'hanno pubblicata su Reddit. Da lì è poi arrivata anche a Twitter diventando virale in poche ore. Contemporaneamente una delle partecipanti, Cristina Gomez, ha ripreso la manifestazione in live streaming. Colonna sonora del flash mob è stata la canzone “We're not gonna take it” dei Twisted Sister.

La leader della protesta 

La Gomez ha cominciato a esprimere in diretta le sue opinioni puntando soprattutto sul fatto che se i bambini non indossano le mascherine allora nemmeno gli adulti devono farlo. “Le persone che ci guardano come per dire, 'Cosa sta succedendo?' Non è assurdo che adesso le persone ci vedano come pazzi solo perché non indossiamo la mascherina? Penso che siate tutti pazzi ad avere una mascherina” ha dichiarato in diretta la Gomez. L'Huffington Post che ha riportato la notizia ha provato anche a chiedere un commento alla Gomez che però si è rifiutata di rispondere. Lo ha fatto invece un altro manifestante, Nathan Babcock. “È tuo diritto fare ciò che vuoi, come è mio diritto fare ciò che voglio. Se vuoi indossare una maschera e pensi che ti renda più sicuro, è assolutamente un tuo diritto, al 100%. Basta non costringermi a indossare una mascherina perché è mio diritto non indossarla”. Queste le sue parole con le quali ha voluto motivare anche la sua partecipazione alla protesta. “Tutti i nostri municipi sono chiusi. Non abbiamo voce in ciò che ci viene fatto. Ecco perché abbiamo dovuto organizzare e protestare contro il blocco” ha aggiunto il manifestante. L'animatrice della protesta resta però la Gomez che aveva anche pubblicizzato la protesta con una pagina su Facebook. L'aveva definita un “flash mob anti-maschera”. In effetti è quello che è successo cogliendo comunque di sorpresa tante persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La posizione della catena di negozi 

La stessa Target impone l'utilizzo della mascherina all'interno dei propri negozi e si è dissociata da quello che è successo. A parlare all'Huffington Post è stato un portavoce di Target che ha dichiarato che erano “a conoscenza del fatto che un gruppo di persone fosse entrato nel negozio la scorsa notte e abbiamo chiesto loro di andarsene dopo che si sono tolti le maschere e sono diventati disturbanti e scortesi con gli altri acquirenti. La priorità di Target rimane la salute e la sicurezza del nostro team e degli ospiti e comunichiamo l'obbligo di utilizzo della mascherina attraverso cartelli nei nostri negozi, annunci generali e promemoria dei membri del team nella parte anteriore dei nostri negozi”.
 

Fonte: Huffington Post →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento