Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cluster / Corea del Sud

Il maxi-focolaio sulla nave militare: 247 contagiati su 301 a bordo

Su un cacciatorpediniere da mesi in pattugliamento nel Golfo di Aden. Il governo sudcoreano chiede ufficialmente scusa per non avere protetto la salute dei soldati

Il ROKS Munmu the Great (DDH-976) in una foto Yonhap (la principale agenzia di stampa sudocreana)

Il cluster si è sviluppato nel giro di pochissimi giorni. Il governo sudcoreano ha chiesto scusa per non avere adeguatamente protetto "la salute dei soldati che servono il Paese" dopo il rimpatrio dell'equipaggio di un cacciatorpediniere da mesi in pattugliamento nel Golfo di Aden, il ROKS Munmu the Great (DDH-976): 247 su 301 militari, tutti non vaccinati, hanno contratto il Covid-19.

I militari sono vulnerabili al virus poiché trascorrono la maggior parte del tempo a stretto contatto tra loro.

"Chiedo scusa per non essere stato in grado di proteggere meglio i nostri soldati", ha detto il primo ministro Kim Boo-kyum, mentre il ministro della Difesa ha fatto ammenda per non avere ordinato la vaccinazione dell'equipaggio prima della partenza per la missione anti-pirateria, lo scorso febbraio. Tra i contagiati 16 versano in condizioni critiche in ospedale. Centinaia sono in isolamento senza sintomi di rilievo.

Il governo coreano ha subito ordinato l'invio di aerei di rifornimento, personale addetto al controllo delle malattie, personale medico e attrezzature alla nave il più rapidamente possibile.

Fonte: Al Jazeera →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maxi-focolaio sulla nave militare: 247 contagiati su 301 a bordo

Today è in caricamento