Giovedì, 4 Marzo 2021
L'allarme

Il focolaio con le varianti alla scuola materna: "Un genitore è in terapia intensiva"

Il cluster alla scuola della Barona a Milano, secondo quanto denunciato da Stefano Mansi, sindacalista Rsu del comune

La scuola di via Lope de Vega (Foto Ansa/Del Zennaro)

Sarebbero stati riscontrati casi di variante sudafricana, e forse anche inglese, di coronavirus nel focolaio sviluppatosi alla scuola d'infanzia di via Lope de Vega a Milano, in zona Barona. Lo riferisce Stefano Mansi, sindacalista Rsu del Comune di Milano.

"Secondo alcune fonti interne, è stata confermata la variante sudafricana del virus: un genitore in terapia intensiva, un'educatrice ha un polmone lesionato. Ats stamattina ha mandato mail con obbligo di tamponi a tutti, educatrici, commesse, bambini e genitori", scrive Mansi nella sua pagina Facebook dedicata alle notizie di prima mano relative ai lavoratori di Palazzo Marino.

Il focolaio con le varianti alla scuola della Barona a Milano

Come riporta MilanoToday, l'istituto è di fatto chiuso da quando Ats Milano ha individuato il focolaio. Non è stato mai chiuso, invece, il nido attiguo dove, a quanto risulta, sarebbe positiva al covid un'educatrice. Secondo Ats, gli ingressi sarebbero diversi e non vi sarebbe alcun collegamento tra le due scuole, anche se Mansi ha contestato questa informazione asserendo che vi sarebbe un corridoio "unificante" e gli stessi commessi per entrambe.
 

Fonte: MilanoToday →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il focolaio con le varianti alla scuola materna: "Un genitore è in terapia intensiva"

Today è in caricamento